Covid 19
19 Dicembre 2021
12:28

Omicron, allarme degli scienziati inglesi: “Due milioni di casi al giorno senza restrizioni”

I consulenti del Sage hanno avvertito il governo che in assenza di nuove e più severe restrizioni i contagi giornalieri da Covid entro la fine di dicembre saranno tra i 600mila e i 2milioni.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Ora il Regno Unito trema davvero. Nella notte tra giovedì e venerdì, infatti, i consulenti che fanno capo allo Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage) hanno avvertito il governo che in assenza di nuove e più severe restrizioni i contagi giornalieri da Covid entro la fine di dicembre saranno tra i 600mila e i 2milioni e che – sulla base dei modelli epidemiologici – i ricoveri potrebbero raggiungere picchi di 6-10mila unità al giorno e i morti saranno tra i 600 e i 6mila ogni 24 ore. Sage ha quindi esortato il governo a reintrodurre "misure più rigorose, molto presto". Il verbale del vertice tra scienziati e ministri afferma infatti che "il tempismo di tali misure è cruciale. Ritardare fino al 2022 ridurrebbe notevolmente l'efficacia di questi interventi e renderebbe meno probabile che riescano ad impedire una notevole pressione sulle strutture sanitarie". Gli esperti hanno spiegato che "sebbene l'aumento della vaccinazioni sia una misura di fondamentale importanza e ridurrà la gravità della malattia sarebbe necessario un pacchetto significativo di interventi non farmaceutici per rallentare la crescita delle infezioni".

La corsa della variante Omicron non ammette più indecisioni. Del resto il Regno Unito ieri ha registrato 10.059 casi della nuova mutazione, un numero tre volte superiore rispetto al giorno precedente (3.201) mentre il numero dei decessi è passato da uno a sette e i ricoveri sono passati da 65 a 85. Il numero totale dei contagi da Omicron nel Paese è arrivato così a 24.960, secondo quanto riportano i media britannici rilanciando il bollettino della UK Health Security Agency. Alla luce di questi dati Boris Johnson ha ricevuto dagli esperti una serie di opzioni nell'ambito di un cosiddetto Piano C per fronteggiare l'epidemia di Covid, che vanno da "una serie di restrizioni fino al lockdown". Neil Ferguson – le cui proiezioni in passato hanno indotto Downing Street a decidere per chiusure generalizzate – ha rinnovato l'appello a fare in fretta e chiesto di agire prima di Capodanno, vietando la socialità in luoghi chiusi, con uno stop ai servizi alberghieri e di ristorazione anche prima del 1 gennaio.

31055 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni