4.271 CONDIVISIONI
News sull'omicidio di Elena Del Pozzo a Catania
15 Giugno 2022
11:42

Omicidio Elena Del Pozzo, l’avvocato della madre a Fanpage.it: “Non ha saputo dire perché l’ha fatto”

Martina Patti in questo momento è “una donna sconvolta. Non è fredda e calcolatrice”. Così Gabriele Celesti, legale della donna che ha confessato di aver ucciso la figlioletta nel catanese, ai nostri microfoni.
A cura di Biagio Chiariello
4.271 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sull'omicidio di Elena Del Pozzo a Catania

“Non ha saputo spiegare il motivo per cui l'ha fatto, neanche perché ha deciso di cambiare versione". Così a Fanpage.it l'avvocato Gabriele Celesti che difende Martina Patti. Cosa abbia scatenato la furia omicida della donna nei confronti della figlia di 5 anni, Elena Del Pozzo, è dunque ancora avvolto da tanti interrogativi come si evince dalle parole del legale ai nostri microfoni. "Sul movente non abbiamo indicazioni sicure, c'è l'ipotesi che si sia trattato di un fatto legato alla gelosia. Ma non è ancora un dato certo" afferma Celesti.

Dopo il delitto, avvenuto lunedì a a Mascalucia, in provincia di Catania, la 24enne ha nascosto il corpo della bambina sotterrandolo in un campo. Quindi ha inventato la storia del sequestro da parte di un commando. Dopo meno di 24 ore è crollata, facendo ritrovare il cadavere. C'è quindi anche l'ipotesi della premeditazione: "È un'ipotesi investigativa che – osserva – a mio avviso si abbina al movente che è ancora in fase di accertamento: anche un furto d'auto richiede un minimo di organizzazione". E aggiunge" ci saranno i dovuti accertamenti, sarà tutto oggetto di indagini e poi del processo" ci dice il legale.

La Patti deve rispondere di omicidio premeditato pluriaggravato e occultamento di cadavere. "Vediamo cosa emergerà dagli atti – sottolinea l'avvocato Calesti – che io ancora non conosco perché non c'è stata l'udienza di convalida davanti al Gip. Io ho soltanto il verbale dell'interrogatorio"

L’avvocato Gabriele Celesti
L’avvocato Gabriele Celesti

Martina Patti in questo momento è "una donna stravolta, una donna sconvolta. Non è certo una persona fredda, calcolatrice che cerca in qualche modo di guidare i comportamenti degli altri". Questa l'impressione di Celesti sulla sua assistita. La prima ipotesi degli inquirenti è che il terribile omicidio sia stato dettato dalla gelosia che provava nei confronti dell’ex compagno e della sua nuova fidanzata. Martina forse temeva che Elena si legasse sempre di più alla nuova ‘donna‘ del genitore. Tuttavia l'avvocato sostiene che la donna "non ha saputo spiegare" le motivazioni alla base dello sconvolgente delitto.

(Ha collaborato Pasquale Zumbo)

4.271 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni