Mistero a Bolzano. Peter Neumair di 63 anni, ex insegnante di liceo, e Laura Perselli di 68 anni, attivista nelle associazioni culturali, sono scomparsi insieme lo scorso lunedì 4 gennaio. Marito e moglie sono usciti insieme per una passeggiata alle 18 e non hanno più fatto ritorno a casa. A denunciare la scomparsa, dopo aver provato invano a rintracciarli sui cellulari, entrambi spenti, è stato il figlio 30enne che vive con loro, Benno Neumair, insegnante. La denuncia è stata sporta l'indomani alle 16 presso la locale caserma dei carabinieri di Bolzano.

Peter e Laura sono scomparsi da casa, una elegante abitazione nei pressi di via Castel Roncolo, dove è ancora parcheggiata l'auto in uso alla coppia. Il giorno della scomparsa i coniugi avevano festeggiato il ritorno a casa dall'ospedale della mamma di Laura, 96 anni. Laura Perselli è alta 168 centimetri e al momento della scomparsa indossava un cappotto  beige, gonna bianca di velluto, stivali di camoscio ricamati con dei fiori e una borsetta bianca. Peter, invece, è alto 177 centimetri e, il giorno della scomparsa, indossava una giacca blu. A dare l'allarme, allertando il figlio della coppia, l'altra figlia che vive a Monaco e sua zia, la sorella di Laura. Entrambe si erano preoccupate perché nessuno dei due coniugi visualizzava i messaggi WhatsApp.

Le ricerche sono scattate immediatamente, ma purtroppo hanno risentito dell'emergenza in corso da martedì, quando una frana ha travolto l'albergo Eberle di Bolzano, ai piedi del Monte Tondo. Vigili del fuoco e volontari hanno, tuttavia, ispezionato il fiume Isarco. Ricerche anche sull’Altopiano del Renon fino al Corno, dove spesso i coniugi andavano a passeggiare con le racchette da neve. Secondo la famiglia Peter e Laura non avevano motivo per compiere gesti estremi né per allontanarsi dai proprio affetti.