493 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
1 Giugno 2022
10:03

La Russia avvia esercitazioni con forze nucleari, mille militari e lanciatori di missili balistici

L’addestramento ha avuto come scenario la provincia russa di Ivanovo e ha riguardato la divisione missilistica Teikov, componente principale delle forze nucleari strategiche russe.
A cura di Antonio Palma
493 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Mentre l’esercito russo impegnato sul campo di battaglia in Ucraina continua ad avanzare nella regione di Donetsk, nel Donbass, anche a costo di pesanti perdite, Mosca ha deciso di avviare oggi una nuova esercitazione delle sue forze nucleari. Lo ha annunciato questa mattina il Cremlino rilanciato dalle agenzie di stampa russe. Dalle scorse ore, infatti, a nord di Mosca è partita una grande esercitazione dei gruppi delle forze russe con capacità nucleare per testare la loro prontezza al combattimento.

L’addestramento ha avuto come scenario la provincia russa di Ivanovo, trecento chilometri circa a nordest di Mosca, dunque nel pieno territorio russo, a differenza delle precedenti esercitazioni nucleari che avevano avuto luogo nell’enclave di Novomoskovsk. “Le forze nucleari russe stanno svolgendo esercitazioni nella provincia di Ivanovo, a nordest di Mosca" riporta infatti oggi l'agenzia di stampa Interfax, citando il ministero della Difesa russo.

All’operazione militare hanno preso parte diversi reparti per un totale di circa mille soldati e un centinaio di veicoli. Tra questi anche mezzi sui quali sono montati i lanciatori dei missili balistici intercontinentali Yars. Si tratta di veicoli pesanti che è possibile equipaggiare con missile con testate nucleari con una gittata di 10 mila chilometri.

L’esercitazione ha riguardato la divisione missilistica Teikov che è di stanza proprio nella regione di Ivanovo. "Nella regione di Ivanovo, i lanciatori autonomi del sistema missilistico mobile Yars della formazione Teikovsky delle forze missilistiche strategiche stanno eseguendo azioni di manovra intensiva sulle rotte di pattuglia come parte delle esercitazioni", afferma il rapporto del Cremlino.

L’esercitazione prevede lo spostamento dalle basi e l’installazione dei sistemi missilistici russi mobili in luoghi concordati, poi la dispersione delle unità con un cambiamento nelle posizioni sul campo, a simulare un attacco e contrattacco missilistico. “Gli uomini si spostano sul campo con le loro attrezzature ingegneristiche, organizzando il camuffamento e la sicurezza dei sistemi facendo marce lunghe fino a 100 km” hanno spiegato dal ministero della difesa russo.

Le forze missilistiche strategiche sono un ramo delle forze armate della Federazione Russa e componente principale delle sue forze nucleari strategiche. Le forze missilistiche strategiche sono destinate alla deterrenza nucleare e sono state messe in un regime speciale di allerta da Putin dopo l’invasione dell’Ucraina come avvertimento all'Occidente di non interferire nell'operazione militare russa.

493 CONDIVISIONI
2698 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni