623 CONDIVISIONI
Opinioni
News sulla morte di Pamela Mastropietro
4 Febbraio 2018
16:38

La mamma di Pamela Mastropietro: “Condanniamo i fatti di Macerata, nostra figlia sarebbe inorridita”

In un’intervista concessa a La Stampa, la mamma di Pamela Mastropietro condanna la tentata strage di Macerata: “Condanniamo questo gesto. Il presunto colpevole per la morte di nostra figlia Pamela si trova in carcere, e ieri il gip ha convalidato l’arresto. Vogliamo che paghi per quello che ha fatto: ha ucciso la nostra piccola e distrutto la nostra vita. Detto questo noi non vogliamo altro sangue sulle strade e non cerchiamo questo tipo di vendette. Siamo brave persone”.
A cura di Charlotte Matteini
623 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sulla morte di Pamela Mastropietro

Alessandra Verni, la mamma di Pamela Mastropietro, la 18enne trovata tagliata a pezzi in due valige abbandonate lungo una strada del maceratese, condanna fermamente la tentata strage di Macerata a opera di Luca Traini e sostiene che la figlia sarebbe rimasta inorridita da tanta violenza. In un'intervista concessa al quotidiano La Stampa, la mamma di Pamela ha spiegato: "Condanniamo questo gesto. Il presunto colpevole per la morte di nostra figlia Pamela si trova in carcere, e ieri il gip ha convalidato l’arresto. Vogliamo che paghi per quello che ha fatto: ha ucciso la nostra piccola e distrutto la nostra vita. Detto questo noi non vogliamo altro sangue sulle strade e non cerchiamo questo tipo di vendette. Siamo brave persone". 

"Chiediamo solamente giustizia. Pene esemplari per chi ha ucciso e fatto a pezzi nostra figlia. Ma condanniamo fermamente l’attacco di ieri, non siamo razzisti e anche Pamela se fosse ancora viva sarebbe inorridita per questo atto di odio. Invitiamo alla non violenza e a non strumentalizzare un momento del genere per fare politica, anche perché di mezzo c’è la vita di una ragazzina e una famiglia che sta soffrendo". 

La mamma di Pamela Mastropietro ha inoltre nuovamente smentito qualsiasi legame tra Traini e la figlia, sostenendo di non aver mai sentito nominare il ragazzo: "Non ho mai sentito parlare di questo Luca Traini, e visto il rapporto che avevamo io e Pamela sarebbe stata lei stessa a mettermi al corrente della relazione. Inoltre, mia figlia si trovava nella comunità di recupero Pars di Corridonia, in provincia di Macerata, è strano che frequentasse qualcuno all’esterno".

Il pensiero di Traini però è condiviso da tantissime persone. Sui social molta gente ne ha lodato il comportamento. E alcuni politici, pur condannando il gesto estremo, lo giustificano parlando di «immigrazione fuori controllo che porta spaccio e scontro sociale». Cosa ne pensate?  

«Esiste una politica di accoglienza sana, e il 4 marzo ognuno di noi andrà alle urne sapendo come votare. Noi siamo per la non violenza assoluta e non vogliamo essere strumentalizzati. Detto questo ci ha fatto piacere la chiamata di solidarietà della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. L’unico esponente politico che ci ha chiamato».

623 CONDIVISIONI
Milanese, classe 1987, da sempre appassionata di politica. Il mio morboso interesse per la materia affonda le sue radici nel lontano 1993, in piena Tangentopoli, grazie a (o per colpa di) mio padre, che al posto di farmi vedere i cartoni animati, mi iniziò al magico mondo delle meraviglie costringendomi a seguire estenuanti maratone politiche. Dopo un'adolescenza turbolenta da pasionaria di sinistra, a 19 anni circa ho cominciato a mettere in discussione le mie idee e con il tempo sono diventata una liberale, liberista e libertaria convinta.
105 contenuti su questa storia
Pamela Mastropietro, la Cassazione chiede conferma dell'ergastolo per il pusher Oseghale
Pamela Mastropietro, la Cassazione chiede conferma dell'ergastolo per il pusher Oseghale
Caso Pamela Mastropietro, torna libero Lucky Awelima. La mamma della ragazza:
Caso Pamela Mastropietro, torna libero Lucky Awelima. La mamma della ragazza: "Non rimpatriatelo"
Pamela Mastropietro, strappata la foto dall''altarino' dedicato alla ragazza:
Pamela Mastropietro, strappata la foto dall''altarino' dedicato alla ragazza: "Vergogna"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni