Covid 19
16 Settembre 2021
09:42

In Inghilterra ricoveri in crescita: ipotesi lockdown light prima di Natale

Nel Regno Unito il successo della campagna vaccinale ha contribuito ad abbassare drasticamente la mortalità da Covid-19, ma la situazione è tutt’altro che sotto controllo e il rischio di una recrudescenza dell’epidemia è ancora dietro l’angolo. Per questo il Ministero della Salute ha presentato un “piano B” per l’inverno. Torna l’ipotesi di un lockdown.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Nel Regno Unito il successo della campagna vaccinale ha contribuito ad abbassare drasticamente la mortalità da Covid-19, ma la situazione è tutt'altro che sotto controllo e il rischio di una recrudescenza dell'epidemia è ancora dietro l'angolo: i medici temono infatti che, con l'arrivo dell'inverno, una nuova ondata di casi di coronavirus possa sopraffare ancora una volta il servizio sanitario nazionale, visto anche che il numero di persone in ospedale è in costante aumento dal Freedom Day. Gli ultimi dati del Dipartimento della Salute mostrano infatti che più di 7mila persone sono state ricoverate solo nell'ultima settimana, con un boom a Liverpool, Leicester, Birmingham, Nottingham e Londra.

I prossimi mesi, quindi, saranno determinanti per capire se la strategia voluta da Boris Johnson e la rimozione di gran parte delle restrizioni avrà funzionato; nel frattempo il ministro della Sanità britannico, Sajid Javid, ieri ha presentato un piano B per la gestione del Covid in Inghilterra in vista dell'autunno e dell'inverno: Javid ha spiegato che potrebbe essere necessario reintrodurre l'obbligo di mascherine e raccomandare il lavoro da casa, nonché l'introduzione del passaporto vaccinale per i luoghi affollati. Quest'ultima ipotesi, finora scartata con decisione, rappresentano "una parte importante del nostro repertorio" e sarebbe "intelligente non escluderli" per accedere a luoghi particolarmente affollati, come i pub.

Nel piano di 32 pagine, pubblicato ieri, si afferma che il governo "si impegna ad intraprendere qualsiasi azione necessaria per proteggere l'Nhs (il Servizio sanitario nazionale) dall'essere sopraffatto", ma "le restrizioni economiche e sociali più dannose" verranno prese in considerazione solamente come "ultima possibilità". L'ipotesi di un lockdown "light" è dunque tornata a farsi largo e verrà presa in considerazione soprattutto se – come prevedono i consulenti del Sage -negli ospedali inglesi si registreranno tra i 2mila ei 7mila ricoveri al giorno il mese prossimo.

27606 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni