3.954 CONDIVISIONI
Talebani a Kabul: le ultime news sull'Afghanistan
26 Agosto 2021
09:36

Hina, piccola profuga afghana, nasce in Italia: il papà è stato fucilato dai talebani

Miracolo della vita in Abruzzo: è nata Hina, piccola profuga afghana. La mamma, 32 anni, era fuggita dall’inferno di Kabul e aveva chiesto aiuto al personale sanitario della base logistica dell’esercito di Roccaraso dove era stata trasferita il 18 agosto, in uno dei tanti voli della speranza. La loro è una storia drammatica: i talebani hanno bruciato la loro casa e ucciso il papà della bambina.
A cura di Ida Artiaco
3.954 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Talebani a Kabul: le ultime news sull'Afghanistan

"Dalla paura per la fuga alla gioia per una nuova vita che nasce". Comincia così il post condiviso dalla Croce Rossa italiana sulla propria pagina Facebook per annunciare la nascita della piccola Hina, figlia di una donna di 32 anni fuggita dall'Afghanistan e accolta nei giorni scorsi in Italia. La madre dall'inferno di Kabul aveva chiesto aiuto al personale sanitario della base logistica dell'esercito di Roccaraso dove era stata trasferita il 18 agosto, in uno dei tanti voli della speranza. E all'ospedale di Sulmona ha dato alla luce la sua piccola Hina, che in lingua araba significa "fragranza". Entrambe stanno bene. Adesso la donna è in attesa di terminare la sua quarantena ed entrare nel percorso di accoglienza dei profughi. In sala parto è stata aiutata da un mediatore culturale dal momento che non parla italiano.

"Lei è la piccola Hina, figlia di una delle donne afghane riuscite a fuggire da Kabul negli scorsi giorni – si legge ancora nel post della Croce Rossa -. In Italia è stata accolta in una struttura militare a Roccaraso, in Abruzzo, seguita da volontari e operatori Croce Rossa, a cui si è legata al punto da volerli con sé anche in sala parto. "È stata una grande emozione, mamma e figlia stanno bene", spiegano gli operatori CRI. Hina l'abbiamo soprannominata la nipote della Croce Rossa".

La storia delle due è drammatica, come quella di tanti profughi fuggiti nei giorni scorsi dall'Afghanistan. La 32enne ha vissuto in pieno l'inferno afghano delle ultime settimane. Prima di riuscire a essere imbarcata in Italia, infatti, ha visto la sua casa bruciata dai talebani. Inoltre, il marito e papà della piccola Hina è ucciso proprio dagli estremisti proprio davanti a lei nell'aeroporto a Kabul. L'uomo era stato accusato di essere un collaboratore delle forze straniere.

3.954 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni