4.881 CONDIVISIONI
Incidente Funivia Stresa-Mottarone
1 Giugno 2021
16:43

Funivia Mottarone, Eitan ha lasciato la Rianimazione: il bimbo è fuori pericolo

È fuori dalla Rianimazione il piccolo Eitan, il bimbo unico sopravvissuto alla tragedia della funivia Mottarone Stresa in cui ha perso l’intera famiglia. Il trasferimento in un normale un reparto di degenza pediatrica dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi.
A cura di Antonio Palma
4.881 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Incidente Funivia Stresa-Mottarone

Ha lasciato il reparto di Rianimazione il piccolo Eitan, il bimbo unico sopravvissuto alla tragedia della funivia Mottarone Stresa in cui ha perso l'intera famiglia. Come da programma, il bambino infatti è stato trasferito in queste ore in un normale un reparto di degenza pediatrica dell'ospedale infantile Regina Margherita di Torino dove si trova da quando è stato ricoverato subito essere stato estratto dalla lamiere contorte della cabina della funivia crollata. Il trasferimento è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi, martedì 1 giugno, come si apprende da fonti mediche della Città della Salute del capoluogo piemontese. La decisione era arrivata ieri dopo che i medici che lo tengono in cura hanno sciolto la sua prognosi dichiarandolo fuori pericolo.

"È in costante miglioramento sia dal punto di vista del trauma toracico sia dal punto di vista del trauma addominale" spiegano ancora i pediatri dell'ospedale torinese. Quando era stato trovato dai soccorritori tra i resti della cabina le sue condizioni erano gravissime tanto che i medici avevano dovuto sottoporlo a coma farmacologico ma, dopo il risveglio, il bambino di 5 anni ha mostrato una forza e determinazione che in pochi giorni lo hanno portato a lasciare il reparto di area critica per proseguire le cure in un normale reparto pediatrico. Accanto a  lui c'è sempre la zia Aya che non lo ha mai lasciato un attimo e a cui toccherà ora rispondere alle domande più tristi sulla sorte dei genitori.

Le cure mediche per Eitan però ora proseguono di pari passo con una terapia psicologica che servirà a rendere meno traumatico il momento in cui saprà della morte dei genitori e del fratellino. Nel suo percorso sarà assistito da un team di psicologi che lo aiuterà a superare il grave trauma. Al momento il bimbo dice di non ricordare niente di quanto avvenuto quel terribile giorno in funivia ma potrebbe essere vittima di un'amnesia post traumatica per questo sarà fondamentale l'aiuto di terapeuti.

4.881 CONDIVISIONI
104 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni