13.177 CONDIVISIONI
Incidente Funivia Stresa-Mottarone
16 Giugno 2021
13:15

Funivia del Mottarone, la fune si spezza e la cabina scivola all’indietro: il video dell’incidente

Funivia del Mottarone, un video registrato dai Carabinieri di Verbania mostra la dinamica dell’incidente. Nelle immagini si vede la cabina numero 3 scivolare all’indietro nell’esatto momento in cui la fune traente si spezza. Un dipendente della funivia cerca di chiamare i soccorsi, ma ormai è troppo tardi. Il video è ora nelle mani degli inquirenti.
A cura di Gabriella Mazzeo
13.177 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Incidente Funivia Stresa-Mottarone

In un video in esclusiva per il Tg3 si vede la cabina numero 3 della funivia del Mottarone pochi istanti prima dello schianto. Quasi arrivata a destinazione, la cabina numero 3 impenna e scorre all'indietro ad alta velocità. Scivola per centinaia di metri prima di cadere nel vuoto. Nel frattempo il dipendente della funivia che stava aspettando l'arrivo della cabina afferra la radiolina e cerca di chiamare i soccorsi, ma ormai è troppo tardi. Le immagini sono state registrate dai Carabinieri di Verbania e sono ora agli atti dell'inchiesta.

Nello schianto sono morte 14 persone. Unico sopravvissuto proprio il piccolo Eitan, di appena 5 anni, che in seguito allo schianto è stato ricoverato d'urgenza presso l'ospedale Regina Margherita di Torino. Il piccolo era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico ed è stato poi tenuto in coma farmacologico. Al suo risveglio non ricordava cosa fosse accaduto sulla cabina numero 3 quel 23 maggio. Per raccontare ad Eitan quanto fosse accaduto, la zia Aya è stata affiancata da un team di psicologi. Ora il bimbo è tornato a casa mentre la sua vicenda è nelle mani di due avvocati.

I familiari delle vittime del Mottarone sono stati convocati nella giornata di lunedì 14 giugno in procura per alcuni accertamenti irripetibili. "Speriamo che ci sia un accelerazione nelle indagini – ha dichiarato Franz Sarno, legale dei familiari di Eitan da parte della madre -. Vogliamo evitare ulteriori sofferenze a questa famiglia, ma la giustizia non è una vendetta". I pm hanno inoltre già incaricato alcuni consulenti di analizzare i computer, i cellulari, gli hard disk e altri supporti informatici degli indagati. Tra questi anche la scatola nera della cabina numero 3, precipitata domenica 23 maggio.

13.177 CONDIVISIONI
108 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni