Ha ricevuto questa mattina la prima dose del vaccino Pfizer-BioNtech Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della Sanità e membro del Comitato tecnico scientifico. In un video diffuso dal Ministero della Salute, l'oncoematologo ha raccontato di essersi vaccinato a Roma. "Ha un valore per me straordinariamente importante, perché è la strada per creare un'immunità protettiva rispetto a Sars-Covid-2. Spero però anche – ha aggiunto – che l'esempio della mia vaccinazione possa servire come ulteriore incentivazione per tutti gli italiani. I vaccini sono sicuri, sono efficaci, vacciniamoci tutti se vogliamo uscire da questa situazione, soprattutto se vogliamo difendere le persone più fragili e indifese".

Ad oggi è di 14.334 il totale delle vaccinazioni anti-Covid effettuate in Italia, aggiornate alle ore 13.34 del 31 dicembre, di cui solo nel Lazio ne sono state iniettate 4.576. I dati sono consultabili e disponibili da oggi, in tempo reale, sul sito dell'Agenzia italiana del farmaco Aifa, sul portale del Commissario straordinario per l'emergenza e altri portali istituzionali. Al momento sono stati vaccinati 7.813 donne e 6.521 uomini. La fascia d'età più rappresentata è quella di 50/59 anni, con 4.294 vaccinati; seguono 40/49 anni (3.382), 60/69 anni (2.562), 30/39 anni (2.531), 20/29 anni (1.390), 80/89 anni (237), 70/79 anni (217), over 90 anni (147) e 16/19 anni (53).

Proprio Locatelli oggi ha fatto il punto sulla campagna vaccinale nel nostro Paese nel corso della conferenza stampa della Cabina di Regia sulla situazione epidemiologica. "Solo da Pfizer e Moderna arriveranno in Italia circa 62 milioni di dosi di vaccino, a cui bisognerà aggiungere le ulteriori dosi degli antidoti che saranno approvati nei prossimi mesi, da AstraZeneca a Curevac fino a Johnson & Johnson", ha sottolineato aggiungendo che "possiamo chiudere quest'anno accogliendo un raggio di sole dopo notte buia, profonda e dolorosa per le persone che hanno perso la vita e per l'impatto socio economico della pandemia".