Una banale lite per futili motivi si è conclusa con una tragedia nelle scorse ore a Firenze dove un uomo di 33 anni è stato ucciso da una 39enne a coltellate in strada all'esterno di un pub dove entrambi si trovavano poco prima. Il brutale attacco nel capoluogo toscano nella notte tra domenica e lunedì, intorno alle 3. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto da parte dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze, accorsi sul posto, i due contendenti si erano incontrati in un locale di via Faenza dove ad un certo punto della notte sarebbe avvenuto un alterco per futili motivi. Dalle parole si è passati agli insulti e poi alle minacce fino a che entrambi sono stati invitati ad andare  fuori dove però lo scontro sarebbe diventato ancora più violento. Una volta raggiunta l'attigua via Sant'Antonino, infatti, il 39enne avrebbe estratto un coltello e colpito con diversi fendenti il rivale, lasciandolo esanime a terra in una pozza di sangue.

Nonostante i tempestivi soccorsi da parte del personale del 118 giunto sul posto, per il trentatreenne non c'è stato nulla da fare. Trasportato in codice di massima urgenza al pronto soccorso dell'ospedale Careggi di Firenze, l'uomo è morto poco dopo. Dopo diversi tentativi di salvargli la vita, i medici ne hanno dovuto dichiarare il decesso intorno alle 4 del mattino. La vittima è un cittadino kosovaro da anni residente nel capoluogo toscano. L'aggressore invece è un cittadino tunisino conosciuto alle forze e dell'ordine per diversi  precedenti di polizia. Dopo l'aggressione, è stato bloccato dai militari dell'arma e condotto in caserma in stato di fermo con l'accusa  di omicidio volontario