628 CONDIVISIONI
Coronavirus
20 Marzo 2021
11:52

Figliuolo: “Ad aprile faremo 500mila dosi al giorno, entro settembre 80% popolazione vaccinata”

Il commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, parlando con i giornalisti subito dopo essere stato vaccinato a Roma con AstraZeneca, ha detto che in alcune regioni l’annullamento delle prenotazioni dei vaccini è stato del 20%, in altre del 10% e in altre ancora non c’è stato: “Quindi il differenziale e praticamente zero”.
A cura di Susanna Picone
628 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

"Il nostro obiettivo è arrivare all'80 percento della popolazione che deve essere vaccinata entro fine settembre". Lo ha ribadito parlando con i giornalisti il commissario straordinario all'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, che stamattina si è vaccinato al drive through della Difesa allestito a Roma, nella cittadella militare della Cecchignola. Sia al Commissario straordinario per l'emergenza Covid che al Capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, che hanno atteso in fila assieme ad altri cittadini e militari seguendo i regolari protocolli per la somministrazione, è stata inoculata la prima dose del vaccino di Astrazeneca in una delle tende allestite nella struttura. Da ieri pomeriggio in tutta Italia è possibile nuovamente somministrare il farmaco anti-Covid di AstraZeneca, che ha ricevuto giovedì il via libera dell'Ema. Dopo aver ottenuto il vaccino, Figliuolo ha parlato della campagna vaccinale ribadendo, appunto, che l'obiettivo è poter vaccinare l'80 percento degli italiani entro la fine del mese di settembre.

Ad aprile le prime dosi del vaccino Johnson & Johnson "Abbiamo avuto una battuta d'arresto" con la sospensione di AstraZeneca per 4 giorni "ma già da ieri stiamo recuperando" e ora ci sarà "una forte accelerazione", ha spiegato. Il commissario per l'emergenza Coronavirus ha ricordato che le dosi del vaccino Johnson & Johnson arriveranno in Italia nella seconda metà di aprile e in quel periodo l'obiettivo fissato è la somministrazione di 500.000 dosi al giorno. "Johnson&Johnson arriverà nella seconda metà di aprile, con una quantità limitata che poi andrà aumentando tra maggio e giugno", ha detto aggiungendo: "Per gli arrivi dei vaccini ci siamo ed è confermato l'arrivo per fine mese di 7 milioni di vaccini a fronte dei 6 milioni e mezzo circa di febbraio e gennaio. Quindi c'è una forte accelerazione". In merito ai problemi relativi allo stop di AstraZeneca per alcuni giorni, Francesco Paolo Figliuolo ha spiegato che in alcune regioni l'annullamento delle prenotazioni dei vaccini è stato del 20 percento, in altre del 10 percento e in altre ancora non c'è stato. "Quindi il differenziale e praticamente zero", ha chiarito.

628 CONDIVISIONI
26033 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni