2.875 CONDIVISIONI
Coronavirus
9 Luglio 2020
18:27

Ecco i Paesi da cui non si può più arrivare in Italia per rischio Covid

“Ho appena firmato una nuova ordinanza che prevede il divieto di ingresso e transito sul territorio nazionale di cittadini che negli ultimi 14 giorni sono stati in questi Paesi” ha annunciato stasera il Ministro della Salute Roberto Speranza. “Nel mondo la pandemia è nella sua fase più acuta. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti dagli italiani in questi mesi” ha aggiunto.
A cura di Antonio Palma
2.875 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Sono tredici i Paesi da cui oggi  non si può più arrivare in Italia per il rischio Covid. Ad annunciarlo stasera è stato il Ministro della Salute Roberto Speranza spiegando di aver appena firmato  una nuova ordinanza che prevede il divieto di ingresso e transito sul territorio nazionale di cittadini che negli ultimi 14 giorni sono stati  in alcuni Paesi dove attualmente il rischio di contrarre l'infezione da nuovo corona virus è molto elevato. Dopo aver sentito i ministri degli Esteri, dell'Interno e dei Trasporti,  infatti, Speranza ha ordinato il divieto di ingresso in Italia per chi arriva da Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù e Repubblica Dominicana.

Obbligo di quarantena per arrivi da Paesi extra Shenghen

"Ho appena firmato una nuova ordinanza che prevede il divieto di ingresso e transito sul territorio nazionale di cittadini che negli ultimi 14 giorni sono stati in questi Paesi" ha scritto il Ministro della Salute sul suo account Facebook, ricordando che "Per tutti gli altri Paesi extra Ue ed extra Shenghen resta l’obbligo di quarantena". "L’epidemia a livello globale è nella fase più acuta. Non possiamo vanificare i nostri sacrifici fatti negli ultimi mesi" ha tenuto infine a sottolineare Speranza.

Sospesi i voli da Paesi a rischio

Come informa lo stesso dicastero da lui presieduto, "Al fine di garantire un adeguato livello di protezione sanitaria" lo stesso provvedimento restrittivo impone anche l'immediata  sospensione dei voli diretti e indiretti da e per i Paesi sopra indicati. "Nel mondo la pandemia è nella sua fase più acuta. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti dagli italiani in questi mesi. Per questo che abbiamo scelto la linea della massima prudenza", ha sottolineato il ministro dopo la firma dell'ordinanza.

2.875 CONDIVISIONI
27485 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni