220 CONDIVISIONI
9 Maggio 2021
08:44

Da domani quasi tutta Italia diventa gialla: le nuove regole

Dopo l’ultimo monitoraggio della situazione epidemiologia dell’Istituto Superiore della Sanità da domani solo tre regioni saranno arancioni: si tratta di Sicilia, Sardegna e Val D’Aosta. Tutte le altre, comprese le province autonome di Trento e Bolzano, saranno in giallo.
A cura di Davide Falcioni
220 CONDIVISIONI

L'Italia si tinge sempre più di giallo: dopo l'ultimo monitoraggio della situazione epidemiologia dell'Istituto Superiore della Sanità da domani infatti solo tre regioni saranno arancioni  e tutte le altre, comprese le province autonome di Trento e Bolzano, in giallo. La nuova Italia a colori sarà dunque senza regioni in rosse, e nemmeno bianche. In zona gialla si troveranno, quindi, Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto, le province autonome di Bolzano e di Trento (Trentino Alto Adige), a cui si aggiungono Puglia, Basilicata e Calabria. In fascia arancione, invece, restano le due isole maggiori, Sicilia e Sardegna (con proteste in diverse zone delle due regioni), e si aggiunge la Valle d'Aosta, ultima regione a lasciare la zona rossa.

Le regole da rispettare nelle regioni "gialle"

Nei territori in zona gialla si devono rispettare le norme del decreto Covid approvato a fine aprile dal governo Draghi. Le regole riguardano soprattutto gli spostamenti e la riapertura di bar, ristoranti, cinema, teatri, mostre, attività sportive. Va sempre rispettato il coprifuoco, dalle 22 alle 5, che non cambia rispetto al passato, e sul quale sono in corso da settimane accese polemiche. Una revisione dell'orario potrebbe avvenire dalla prossima settimana. In zona gialla è possibile spostarsi all'interno del comune, tra comuni diversi e tra regioni dello stesso colore. Si possono visitare amici e parenti in non più di quattro persone, oltre ai minorenni e alle persone con disabilità o non autosufficienti. Dal 26 aprile in zona gialla sono stati riaperti i ristoranti a pranzo e a cena con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti che vi sono alloggiati.

Le regole da rispettare in Sicilia, Sardegna e Val D'Aosta

Nelle tre regioni arancioni regole molto più severe da rispettare. All'interno del proprio Comune è fortemente raccomandato di non spostarsi, dalle 5:00 alle 22:00, salvo che per esigenze di lavoro, studio, salute, necessità e per usufruire di servizi non sospesi. Nel comuni con un massimo di 5mila abitanti saranno consentiti spostamenti in un raggio di 30 chilometri. Ristoranti e bar saranno aperti solo per asporto dalle 5 alle 22.

220 CONDIVISIONI
Maltempo in Italia, allerta meteo gialla domani 23 ottobre: le regioni a rischio
Maltempo in Italia, allerta meteo gialla domani 23 ottobre: le regioni a rischio
Le Regioni che rischiano di passare in zona gialla con il monitoraggio Iss di domani
Le Regioni che rischiano di passare in zona gialla con il monitoraggio Iss di domani
Quali Regioni rischiano la zona gialla dopo il monitoraggio Iss di domani
Quali Regioni rischiano la zona gialla dopo il monitoraggio Iss di domani
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni