859 CONDIVISIONI
Covid 19
9 Marzo 2020
09:08

Obbligo di quarantena per chi arriva dal Nord: in Puglia già duemila segnalazioni

Il governatore della Puglia, Michele Emiliano, ha fatto sapere che sono già oltre duemila i cittadini in arrivo dalle zone rosse del Nord Italia che si sono auto-segnalati e che dovranno osservare un periodo di quarantena di 14 giorni, così come imposto dall’ordinanza firmata ieri: “I pugliesi stanno dimostrando grande senso di responsabilità”.
A cura di Ida Artiaco
859 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Sono già duemila le persone che si sono auto-segnalate dopo essere rientrare in Puglia dalle regioni del Nord Italia diventate zone rosse per l'emergenza Coronavirus. Lo ha reso noto il governatore, Michele Emiliano, sottolineando come "i pugliesi stanno dimostrando grande senso di responsabilità". Proprio Emiliano nella giornata di ieri aveva firmato una ordinanza con quale si obbliga ad un periodo di quarantena di 14 giorni per tutti coloro che hanno lasciato la Lombardia e gli altri territori limitrofi dopo la firma del Dpcm dell'8 marzo con il quale sono state di fatto chiuse le zone focolaio del nuovo virus. In totale, dal 29 febbraio ad oggi, comprese le 2.545 segnalazioni avvenute da ieri alle 9 di oggi, sono 9.362 i pugliesi rientrati da zone a rischio.

"La risposta di duemila pugliesi all'ordinanza è un fatto positivo – ha commentato ancora il presidente -. Un pensiero riconoscente va anche alle migliaia di nostri corregionali che hanno deciso di rimanere al Nord per senso di responsabilità nei confronti dei loro cari e della loro terra. Sono tantissimi e dalla Puglia a loro va il nostro grazie". Tra gli obblighi previsti per chi rientra, c'è quello di comunicare tale circostanza al proprio medico o di compilare il modulo online di autosegnalazione. Va inoltre osservata la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni e il divieto di spostamenti e viaggi, bisogna rimanere raggiungibili per ogni eventuale attività di sorveglianza e in caso di comparsa di sintomi, si devono avvertire immediatamente i medici. Emiliano ha poi concluso così: "Ringrazio tutti, uno per uno, perché state dimostrando cosa significa essere comunità. Se c’è qualcuno che ancora non lo ha capito aiutiamolo a comprendere cosa è giusto fare. La squadra nel suo complesso sta reggendo bene. Ed io sono tanto fiero di voi". Anche Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise, Calabria e Sicilia hanno adottato un simile provvedimento affinché si eviti il dilagare dell'epidemia anche nelle regioni del Sud.

859 CONDIVISIONI
31035 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni