32.762 CONDIVISIONI
Covid 19
14 Marzo 2020
11:17

Continua l’esodo dal Nord, Emiliano: “Basta, così portate nuovi contagi da Coronavirus al Sud”

Continua l’esodo di persone che lascia il Nord Italia in direzione delle regioni del Sud come denunciato anche dal presidente della regione Puglia, Michele Emiliano: “Di nuovo ondate di pugliesi che tornano in Puglia dal nord. E con loro arrivano migliaia di possibilità di contagio in più”, scrive il governatore pugliese su Facebook in merito ai treni che ieri sono partiti da Milano in direzione Lecce con centinaia di persone a bordo.
A cura di Chiara Ammendola
32.762 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Treni e pullman partiti in serata da Milano e diretti al Sud: in Puglia, in Sicilia, in Campania, mentre qualcuno ha raggiunto addirittura la Sardegna. In migliaia hanno preso parte al nuovo esodo dal Nord Italia per raggiungere le regione del Sud rischiando ancora una volta di portare il coronavirus altrove dando così vita a nuovo focolai di contagio: la denuncia arriva direttamente dal presidente della regione Puglia Michele Emiliano che poche ore fa ha postato sul proprio profilo Facebook un appello a chiunque abbia fatto rientro nella propria città d'origine affinché rispetti la quarantena obbligatoria di 14 giorni.

Emiliano: Nuove ondate di pugliesi dal Nord, nuove possibilità di contagio in più

"Di nuovo ondate di pugliesi che tornano in Puglia dal nord. E con loro arrivano migliaia di possibilità di contagio in più – scrive il governatore pugliese su Facebook – avrete probabilmente esibito ai soldati alla stazioni le vostre legittime autocertificazioni sulla motivazione del vostro ritorno, spero che abbiate le mascherine e che teniate la distanza di un metro l’uno dall’altro in treno. Fatto sta che ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare". "In pochi giorni migliaia e migliaia di persone hanno fatto rientro in Puglia aggravando la nostra già drammatica situazione – ha continuato Emiliano – vi ricordo che appena arrivate dovete richiudervi in casa e che dovete stare lontani da genitori, fratelli, nipoti, amici, nonni e malati che rischiano di morire se contagiati. Dovrete rimanere in casa almeno per altri 14 giorni e comunque per tutto il tempo di durata del decreto del Presidente del Consiglio".

Treni pieni anche verso la Sicilia: non sono rispettate norme di sicurezza

La Puglia non è l'unica regione ad aver subito un nuovo esodo, sono molte infatti le persone che ieri sera hanno lasciato Milano in direzione della Sicilia: secondo quanto riportato da alcuni viaggiatori infatti il treno notturno Milano-Siracusa-Palermo delle 20,10 sarebbe stato preso d'assalto dai viaggiatori orfani dei voli ormai cancellati. Treni notturni strapieni nei quali non sarebbero rispettate le distanze di sicurezza interpersonali così come denunciato dal personale viaggiante che avrebbe a disposizione solo un paio di guanti e una mascherina sia per il viaggio di andata che per quello di ritorno. All'interno delle cuccette da quattro posti spesso ci sarebbero anche tre persone. La polizia ferroviaria come da prassi effettua tutti i controlli e dunque i viaggiatori sono stati autorizzati a salire su quei treni ma in molti si chiedono come sia possibile che queste persone possano lasciare Milano viste le misure restrittive nel decreto in merito agli spostamenti all'interno del territorio nazionale.

32.762 CONDIVISIONI
31056 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni