1.747 CONDIVISIONI
Covid 19
8 Marzo 2020
22:50

Coronavirus, anche a Catania c’è chi rientra da Milano: “Siamo tornati dalle nostre famiglie”

A poche ore dall’entrata in vigore del decreto contro il Coronavirus, in molti si sono precipitati negli aeroporti e nelle stazioni per salire su treni e aerei in partenza dal Nord verso il sud Italia. In Sicilia c’è la paura di portare il Coronavirus ma la voglia di riunirsi alle famiglie, per qualcuno vince su tutto.
A cura di Francesco Bunetto
1.747 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Numerosi studenti e famiglie hanno fatto rientro da Milano in aereo per tornare al Sud Italia, a poche ore dall'entrata in vigore del decreto contro il Coronavirus che dichiara la "chiusura" della Lombardia e di altre province del Nord. In Sicilia è tanta la paura di portare il Coronavirus nella città di origine, ma la voglia di raggiungere le proprie famiglie, per qualcuno, vince su tutto.  All'aeroporto di Catania c'è silenzio, c'è paura. Chi attende all'uscita sono pochi parenti che adottano le giuste misure di sicurezza e di distanza. Una studentessa rientra da Milano e spiega dietro una mascherina:"Essere rientrata in Sicilia da un lato mi sento in colpa ma dall'altro è brutto rimanere al nord perché la mancanza della famiglia si fa sentire e anche tanto".

Marito e moglie rientrano da Milano per aver fatto visita alla figlia studentessa universitaria :"Pensavamo ci controllassero almeno la febbre in partenza, invece nulla, siamo stati controllati all'arrivo in Sicilia – raccontano indossando la mascherina. All'uscita dell'aeroporto, due anziani si dirigono verso la biglietteria dei bus per rientrare nelle loro case, indossano la mascherina e fanno uso di gel per le mani: "Ho già fatto la quarantena a Milano – ha detto l'uomo – adesso rientrerò a Ragusa con l'autobus per continuarla a casa". Quanto accaduto nello scalo siciliano, sta avvenendo in numerose parti del Mezzogiorno. Anche in Calabria si registrano numerosi passeggeri dal Nord che tornano dalle loro famiglie dopo la "chiusura" della regione Lombardia.

1.747 CONDIVISIONI
31037 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni