777 CONDIVISIONI
Coronavirus
30 Settembre 2021
12:38

Bologna, docente universitario “no Green Pass” allontanato dall’aula: “Non voglio piegarmi”

Francesco Benozzo, professore associato di Lettere Moderne all’Università di Bologna, è stato allontanato da un’aula dell’ateneo in cui stava tenendo una lezione: il docente, poeta e filologo modenese aveva in passato espresso posizioni molto critiche nei confronti del Green Pass, il cui possesso è obbligatorio per insegnare.
A cura di Davide Falcioni
777 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Francesco Benozzo, professore associato di Lettere Moderne all'Università di Bologna, è stato allontanato da un'aula dell'ateneo in cui stava tenendo una lezione: il docente, poeta e filologo modenese aveva in passato espresso posizioni molto critiche nei confronti del Green Pass, di cui non si era dotato ma il cui possesso è obbligatorio per accedere non solo agli istituti scolastico ma anche agli atenei universitari. Come ha confermato la stessa UniBo, il Dipartimento di Lingue letterature e culture moderne ha chiesto al docente di lasciare l'aula, in ottemperanza al decreto che prevede l'obbligo di possedere la certificazione verde per studenti, docenti e personale universitario.

Intervistato da Repubblica il professor Benozzo ha spiegato le ragioni della sia contrarietà al certificato: "La mia è coerenza: non posso insegnare ai miei studenti l’arte del dubbio e poi piegarmi. Considero il Green Pass una normativa barbarica, uno strumento discriminatorio: sei sanzionato e ti tolgono il lavoro in assenza di un illecito", ha detto. "Da sempre contesto la gestione pandemica e cerco di far capire a che punto siamo arrivati all’università dove non c’è più spazio per il libero pensiero. Da una parte l’ateneo va in piazza a difesa di Patrick Zaki, studente del mio Dipartimento, dall’altra sono stato censurato perché esercito il pensiero critico. Non sono un esagitato, il mio curriculum parla da solo: 700 pubblicazioni, la candidatura al Nobel per la Letteratura, il coordinamento del dottorato in Studi letterari e culturali. È una questione di principio. E andrò fino in fondo".

Non si è fatta attendere nei confronti del docente la solidarietà di alcuni studenti contrari, come lui, al certificato verde: "Il 5 ottobre il professor Benozzo sarà di nuovo in aula nel tentativo di svolgere in libertà il proprio lavoro. Saremo al suo fianco, pacificamente, affinché questo possa accadere".

777 CONDIVISIONI
27437 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni