Alitalia scalda i suoi motori e si prepara a implementare il suo servizio con l'avvio della fase 2 dell'emergenza Coronvirus. A partire dal 2 giugno, infatti, la compagnia aerea ripristinerà il collegamento non-stop fra Roma e New York, i voli con la Spagna (Roma-Madrid e Roma-Barcellona) e i collegamenti diretti fra Milano e il Sud Italia. Saranno effettuati complessivamente il 36% di voli in più rispetto al mese di maggio, operando 30 rotte da 25 aeroporti, dei quali 15 in Italia e 10 all'estero. Nello specifico, come si legge in una nota diffusa dalla società, da Milano Malpensa, aeroporto operativo fino alla riapertura di Linate, Alitalia effettuerà, oltre agli 8 servizi giornalieri con Roma Fiumicino, due voli quotidiani andata e ritorno con Bari, Catania e Palermo, salvo eventuali proroghe delle restrizioni al trasporto aereo da e per la Sicilia attualmente in vigore, e 4 collegamenti al giorno in Continuità Territoriale con Cagliari, Alghero e Olbia.

Già da domani, giovedì 21 maggio, Alitalia incrementerà da Roma anche i voli con Catania e Palermo (da 6 a 8 al giorno) e, nel mese di giugno, collegherà l'hub di Fiumicino con Alghero, Bologna, Bari, Genova, Lamezia Terme, Milano, Napoli, Olbia, Pisa, Torino, Venezia e, all'estero, con Barcellona, Bruxelles, Francoforte, Ginevra, Londra, Madrid, Monaco, Parigi e Zurigo, oltre a New York. L'offerta di voli, fa sapere la compagnia, aumenterà man mano in funzione dell'andamento della domanda, che già oggi lascia intravedere una ripresa su alcune direttrici domestiche, e beneficia delle progressive abolizioni da parte dei Paesi stranieri di restrizioni ai voli e ai passeggeri provenienti dall'Italia, nonché di inferiori linee guida disincentivanti i viaggi verso il nostro Paese.

Nei mesi di giugno e luglio Alitalia proseguirà anche le operazioni cargo, per un totale di 25 servizi, con la Cina che finora hanno consentito di importare in Italia oltre 70 milioni di mascherine protettive e altro materiale sanitario (respiratori, guanti, occhiali e camici) necessario per la gestione dell'emergenza Coronavirus. In collaborazione con l'Unità di Crisi della Farnesina continua anche il programma di voli speciali per il rimpatrio di connazionali bloccati all'estero anche da aeroporti non serviti abitualmente da Alitalia. La Compagnia sta predisponendo per i prossimi giorni nuovi collegamenti con l'Argentina. Tutti i voli passeggeri Alitalia vengono operati utilizzando meno della metà dei posti disponibili a bordo, al fine di rispettare le attuali disposizioni di legge sul mantenimento del distanziamento minimo.