Ad aprile partirà il primo treno "Covid tested" d'Italia. Lo ha annunciato questa mattina Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale di Fs Italiane. Al momento si conoscono pochi dettagli sul progetto, ma si tratta di una notizia importante che potrebbe rivoluzionare il modo di viaggiare al tempo della pandemia di Coronavirus, soprattutto in vista della stagione estiva. "Ad aprile realizzeremo un treno Covid tasted, che andrà inizialmente a Roma e Milano", ha spiegato Battisti, aggiungendo che "in collaborazione con la Croce Rossa faremo i test prima di salire a bordo sia al personale, ma soprattutto ai passeggeri".

La prima tratta che sarà percorsa, dunque, è quella che collega la Capitale e Milano, ma nei mesi successivi sarà possibile viaggiare sui treni "Covid tasted" anche per raggiungere altre destinazioni. "Implementeremo questa soluzione soprattutto sulle destinazioni turistiche per l'estate. E questa sarà un'occasione straordinaria che permetterà di raggiungere destinazioni come Venezia e Firenze". L'iniziativa di Ferrovie dello Stato ricalca quanto messo in pratica a settembre da Alitalia, che aveva avviato una sperimentazione su due collegamenti giornalieri tra Fiumicino e Linate riservati a passeggeri Covid tested, cioè solo a chi si fosse presentato con un tampone negativo nelle 72 ore precedenti o dando la possibilità di effettuare il test direttamente in aeroporto.

Interno del treno sanitario.
in foto: Interno del treno sanitario.

Non solo. Sempre oggi è stato presentato da Battisti alla stazione Termini di Roma il treno sanitario, un convoglio che consente di trasferire e curare i pazienti con personale sanitario dedicato su carrozze equipaggiate con specifiche attrezzature mediche. "Può trasportare in 8 carrozze fino a 21 malati, non solo di Covid. Può circolare in tutta Europa, non c'è un altro esempio come questo", ha specificato l'ad. Il treno, che sarà impiegato a servizio del Paese per emergenze e calamità e che presenta tre carrozze con posti letto di terapia intensiva per pazienti ventilati in modo
invasivo, è stato realizzato da Trenitalia (Gruppo FS Italiane) nelle Officine Manutenzione Ciclica di Voghera in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile e dell’Agenzia Regionale Emergenza Urgenza della Lombardia (AREU). Inoltre, sempre a Roma Termini è stato presentato il primo hub ferroviario italiano in cui, grazie alla collaborazione fra Regione Lazio, Croce Rossa Italiana e Gruppo FS Italiane, sarà possibile effettuare le vaccinazioni anti Covid. La struttura, allestita in un’area del Gruppo FS Italiane in piazza dei Cinquecento, è dotata di 21 postazioni vaccinali, di cui due dedicate alle persone con disabilità. A pieno regime sono previste 1.500 vaccinazioni al giorno.

Esterno treno sanitario.
in foto: Esterno treno sanitario.