Quando i datori di lavoro provvedono a pagare gli stipendi ai lavoratori dipendenti privati e pubblici, sono tenuti a retribuire anche le festività. Nel mese di dicembre l'8 (festa dell'Immacolata Concezione), il 25 (Natale) e il 26 (Santo Stefano), sono segnati in rosso sul calendario. Quest'anno, però, l'8 dicembre è caduto di domenica: che cosa comporta questo in busta paga? 

Quando le festività cadono in giorni infrasettimanali, infatti, il lavoratore avrà diritto a un'assenza retribuita dal lavoro. Ma se la festività cade in un giorno di riposo o di domenica, allora si parla di festività non goduta in quanto il lavoratore si trova già assente dal lavoro. Di conseguenza, gli verrà corrisposta una giornata aggiuntiva di retribuzione all’interno della busta paga.

8 dicembre 2019: come funziona la festività non goduta in busta paga

L’articolo 5, comma 3 della Legge 260/1949 prevede: "Qualora la festività ricorra nel giorno di domenica, spetterà ai lavoratori stessi, oltre la normale retribuzione globale di fatto giornaliera, compreso ogni elemento accessorio, anche una ulteriore retribuzione corrispondente all’aliquota giornaliera". In altri termini, ogni lavoratore quest'anno percepirà in busta paga una giornata aggiuntiva di retribuzione.

Tuttavia, le modalità di calcolo del corrispettivo saranno diverse: il corrispettivo infatti cambierà a seconda che il lavoratore sia retribuito in modo mensilizzato o orario. Nel primo caso, ossia quando il lavoratore viene retribuito in misura fissa, in caso di festività non goduta per rimediare alla mancanza di riposo verrà corrisposto al lavoratore 1/26 della sua retribuzione.

Come calcolare la maggiorazione dovuta

Ad esempio, un lavoratore che percepisce in busta paga 1.200 euro mensili, questo dicembre si vedranno corrisposte 27 giornate al posto di 26. Per calcolare lo stipendio bisognerà per prima cosa calcolare il valore di una giornata: bisognerà quindi dividere 1.200 per 26. Il risultato è 46,15 e corrisponde alla cifra aggiuntiva che il lavoratore troverà questo mese in busta paga.

Al lavoratore retribuito in modo orario, invece, spetterà la normale retribuzione ragguagliata a un sesto dell'orario settimanale. Ancora diversa è la situazione per i lavoratori che svolgono normalmente lavoro festivo: in questo caso spetterà la maggiorazione per lo straordinario festivo se non sono previsti riposi compensativi o, in caso contrario, spetterà la semplice maggiorazione per lavoro festivo.