video suggerito
video suggerito
Covid 19

“150 euro per ripulire il sangue dal vaccino Covid”: Bassetti a Fanpage sull’ultima truffa no vax

Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, denuncia a Fanpage.it l’ultima truffa no vax: “Sul web fino a 150 euro per ripulire il sangue dai vaccini. Assurdo che venga consentito, intervenga la magistratura. Neanche dove ci sono ancora i riti voodoo dovrebbero essere ammesse queste pratiche”.
Intervista a Dott. Matteo Bassetti
direttore della clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova.
A cura di Ida Artiaco
666 CONDIVISIONI
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

L'ultima trovata no vax? La vendita di prodotti di medicina olistica in grado di ripulire il sangue dal vaccino Covid a partire da 150 euro. È quanto ha denunciato Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, definendola l'ultima truffa perpetrata nel nostro Paese negli ultimi tre anni.

A Fanpage.it l'esperto ha spiegato perché la magistratura dovrebbe intervenire per fermare questo fenomeno, che non può essere "consentito in un paese civile, perché sono cose di una gravità tale che neanche dove ci sono ancora i riti voodoo dovrebbero essere ammesse".

Dott. Bassetti, dove ha scoperto l'ultima truffa di cui ha parlato anche sui suoi social?

"Ho trovato questi annunci navigando su Twitter e Facebook. So che è solo l'ultima di una serie di truffe che vengono ormai perpetrate nel nostro paese da quasi 3 anni. È un paradosso: chi si contrappone ai Big Pharma dicendo che lì ci sono gli interessi, non considera che nella realtà i veri interessi sono questi, che vengono portati avanti da chi dice che chi non si vaccina può comprare integratori, che ci si può curare dal Covid con  ivermectina e vitamine che costano centinaia di euro. Ma sono anche quelli che dicono: ‘Se per caso ti sei vaccinato, io ti ripulisco il sangue a partire da 150 euro'.

Credo siano cose di una gravità tale che neanche in un paese che ha ancora i riti voodoo possano essere consentite. Non capisco come in un paese evoluto come il nostro qualcuno venda questo tipo di cose. Stiamo parlando di prodotti lontani anni luce dal mondo della medicina e della scienza. E mi stupisco come nessuno sia ancora intervenuto. L'Italia non può consentire che si vendano queste prestazioni perché sono chiaramente truffe che giocano sulla fragilità delle persone".

Lei si è rivolto anche alla magistratura affinché intervenga per fermare questa truffa…

"Noi stiamo parlando di un qualcosa che ormai in Italia è diventata consuetudine, questo è solo l'ultimo esempio. Ma se andiamo indietro agli ultimi due anni sa su quante cose si sarebbe dovuto indagare? O si seguono le regole della convivenza civile che sono quelle degli enti regolatori che approvano farmaci e vaccini oppure è la terra di nessuno.

Sono stupito di continuare a vedere queste cose, ma neanche tanto. D'altronde questo è il paese di Di Bella, di stamina, di Panzironi…non è la prima e non sarà l'ultima. Tutto questo è fomentato da chi ha degli interessi. Perché il povero cittadino che cade nella rete della truffa è la vittima, ma dietro ci sono organizzazioni che io definirei criminali perché chi oggi va a dire che si può pulire il sangue dal vaccino ha degli interessi. Per questo, mi rivolgo alla magistratura ma anche all'ordine dei giornalisti, perché non è possibile che ci siano persone che continuino a parlare contro i vaccini sulla base di notizie che non sono provate perché non ci sono dati".

A proposito di Covid, cosa ne pensa delle notizie in arrivo dalla Cina che parlano di 65 milioni di casi al giorno a giugno nel paese del Dragone a causa delle variante XBB?

"Secondo me la Cina l'ha sparata grossa e ha dimostrato di non averci capito nulla del Covid, né prima, né durante, né dopo la pandemia. Andare a dire oggi, quando è stata dichiarata nel mondo la fine dell'emergenza, che loro avranno 65 milioni di casi a giugno sulla base di un modello matematico ma aggiungendo poi che non avrà un impatto sul sistema sanitario, mi sembra una boutade.

La Cina sul Covid ha fatto molto male, ha usato vaccini meno adeguati dei nostri, ha vaccinato poco gli anziani e molto i giovani e si è fatta cogliere impreparata nel momento in cui è arrivata una variante più contagiosa. Quello che dice la Cina sinceramente a me in questo momento interessa poco, ho imparato a prendere le notizie da Pechino con le pinze e non credo che in Europa avremmo problemi, tanto meno in Italia".

E sui vaccini?

"Si parla già di un vaccino aggiornato che dovrebbe essere approvato a breve dall'Ema e che dovrà essere somministrato alla parte più fragile della popolazione nel prossimo autunno. Credo che lo faranno le persone anziane e fragili proprio come si fa una volta all'anno col vaccino anti influenzale.

L'unica differenza che c'è ancora è che l'influenza colpisce stagionalmente, mentre il Covid colpisce tutto l'anno in maniera uniforma, ci dovremmo abituare a ondine con casi che vanno con la circolazione. Dobbiamo conviverci: gli americani da pochi giorni hanno smesso di riportare il numero di morti per Covid, anche noi dovremmo arrivare a punto che dovremmo evitare di dare il numero dei decessi, trattandolo come tante altre infezioni".

Le informazioni fornite su www.fanpage.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.
666 CONDIVISIONI
32822 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views