Allarme in Afghanistan, dove alcuni uomini armati hanno assaltato l'Hotel Intercontinental di Kabul, struttura già in passato presa di mira da cellule terroristiche. “Quattro assalitori sono dentro l'edificio – ha detto una fonte ufficiale – e sparano ai clienti”. Secondo una prima ricostruzione, un kamikaze si sarebbe fatto esplodere all’entrata dell’edificio consentendo agli altri uomini armati di entrare e iniziare a sparare sugli ospiti e a prendere degli ostaggi. Secondo la polizia ci sarebbero diverse vittime. Un  testimone oculare fuggito dall'albergo, citato da Tolo News, parla di "almeno 15 tra morti e feriti".

In fiamme il quarto piano dell'hotel – Il quarto piano dell'hotel, secondo le fonti, è in fiamme mentre gli occupanti si sarebbero nascosti al secondo piano. Un ospite dalla sua stanza ha detto all'agenzia Afp di sentire colpi d'arma da fuoco “provenienti da qualche parte vicino al primo piano”. "Chiedo alle forze di sicurezza di aiutarci il prima possibile – ha detto – prima che ci raggiungano e ci uccidano". Altri hanno riferito di essersi chiusi nelle stanze e con i cellulari hanno chiesto alle forze di sicurezza di andarli a salvare. Le forze speciali afghane hanno circondato la zona e, secondo alcune ricostruzioni, stanno scambiando colpi di arma da fuoco con gli attentatori. L'assalto è iniziato alle 21 ora locale, le 17.30 in Italia, con un'esplosione con cui il commando si è aperto la strada. Poi l'elettricità è stata interrotta e gli assalitori hanno dato fuoco alle cucine.

“Persone gettate dalle finestre” – Un giornalista della tv Tolo ha riferito che secondo un uomo riuscito a scappare gli attaccanti, sparando, avrebbero gettato alcuni ospiti fuori dalle finestre del terzo e quarto piano, al grido di “Allah u Akbar”. Un giornalista sul posto ha segnalato che dopo l'1 locale della notte non si sono più sentite le raffiche delle armi automatiche, ma le ambulanze e gli automezzi dei vigili del fuoco non hanno ancora ottenuto l'autorizzazione di avvicinarsi alla struttura. Sul posto ci sono diversi corpi speciali afghani, mentre tre elicotteri sorvolano permanentemente l'albergo. L'attacco non è stato per il momento rivendicato da alcun gruppo, ma vista la dinamica gli analisti afghani ritengono che possa essere opera dell'Isis o della Rete Haqqani, movimento radicale ma collegato con i talebani dell'Emirato islamico dell'Afghanistan.

Hotel Intercontinental di Kabul attaccato anche nel 2011

La struttura di Kabul, primo hotel di lusso costruito nella capitale afghana nel 1969, è stata già colpita da un attentato suicida nel giugno 2011, quando kamikaze e uomini armati entrarono nell’albergo uccidendo e prendendo ostaggi. In quell'attentato morirono 20 persone, inclusi nove assalitori. L’Intercontinental ha 200 stanze ed ospita molti stranieri.

Nessun italiano coinvolto – Nessun italiano risulta essere alloggiato nell'hotel sotto attacco, né vi sarebbero italiani direttamente o indirettamente coinvolti. Lo riferiscono all'ANSA fonti di intelligence.