Dal prossimo 30 giugno scatterà l'obbligo dell'installazione delle valvole termostatiche con contabilizzatori di calore in tutti gli edifici con impianto di riscaldamento centralizzato. L'obbligo, introdotto dall'Unione europea con la direttiva 27/2012 sull'efficienza energetica avrebbe dovuto entrare in vigore qualche mese fa, ma il termine è infine stato prorogato al 30 giugno 2017 per concedere più tempo agli inquilini che necessitavano di predisporre i lavori di adeguarsi alla nuova normativa. Così, tra poco meno di 15 giorni l'obbligo entrerà definitivamente in vigore e rimane poco tempo ormai per provvedere all'adeguamento degli impianti. Le valvole termostatiche sono dispositivi di termoregolazione che consentono di impostare una temperatura predefinita in ogni stanza e vanno installate su ogni termosifone presente in casa. Come spiega il portale Facile.it, "la regolazione avviene solitamente attraverso una scala di valori che va da 0 a 5, dalla temperatura più bassa alla più alta, consentendo una migliore ripartizione del calore tra le stanze. Le valvole termostatiche sono poi abbinate ai contabilizzatori di calore: apparecchi che consentono di misurare il calore effettivamente consumato".

Quanto può costare l'adeguamento degli impianti alle nuove norme europee? "Il costo per l’adeguamento degli impianti può variare in base all’età dell’impianto di riscaldamento centralizzato. Se gli impianti più vecchi richiedono anche interventi sulla caldaia, in quelli più moderni il costo si aggira a circa 120 euro per ogni termosifone installato. Si tratta di cifre che, per quanto importanti nel bilancio familiare, rientrano nelle detrazioni fiscali per gli interventi  finalizzati al risparmio energetico e sono sicuramente più soft delle sanzioni:  da 500 a 2500 euro, in base alla regione, oltre all’obbligo di mettersi in regola".