Attimi di paura nel pomeriggio di lunedì nel centro di Parigi, sugli Champs Elysees. Un uomo si è scagliato al volante dell'auto contro alcune vetture della polizia di pattuglia in zona colpendo un furgone degli agenti e facendo così scattare l'allerta massima in tutta l'area. La zona infatti è stata immediatamente fatta evacuare dai poliziotti che hanno creato un cordone di sicurezza. Dal suo account twitter la stessa Prefettura della capitale francese ha chiesto alla popolazione residente e ai turisti di non avvicinarsi all'area fino a quando l'operazione di polizia non fosse conclusa.

L'aggressore è stato poi trascinato fuori dall'abitacolo della vettura che è andata in fiamme. Secondo alcuni testimoni, infatti, l'auto dell'uomo si sarebbe anche incendiata dopo lo schianto mentre per i media locali sarebbe avvenuta un piccola esplosione e a bordo sarebbe stata trovata anche un'arma. L'episodio fortunatamente non ha causato feriti né tra gli agenti né tra i passanti ma l'automobilista è rimasto ucciso nello scoppio, come ha confermato il Ministro degli Interni Collomb.

Sul caso indaga l'antiterrorismo e gli investigatori pensano ad un attacco premeditato. L'autore del gesto infatti sarebbe persona nota all'intelligence come un islamico radicalizzato. Si tratterebbe di un 31enne originario  di Argenteuil, nella Val-d'Oise. Dopo il fatto gli agenti lo hanno spogliato alla ricerca di ordigni sul corpo mentre l'auto è stata ispezionata a fondo. "Questo episodio dimostra ancora una volta che il livello di minaccia in Francia è estremamente elevata" ha dichiarato il ministro degli Interni, annunciando: "Mercoledì prossimo presenterò al Consiglio dei Ministri un disegno di legge per estendere lo stato di emergenza".

Il gesto ha fatto pensare all'attacco avvenuto poche settimane fa davanti alla cattedrale di Notre Dame dove un gruppo di poliziotti è stato aggredito a coltellate da un uomo in un attacco terroristico. Per motivi di sicurezza è stata chiusa anche la fermata della metro Champs-Elysées Clemenceau.  Dopo l'arresto la situazione nella capitale francese è tornata alla normalità, come ha confermato la stessa Prefettura parigina, anche se l'area è ancora bloccata per i rilievi della scientifica.