Troppa violenza nella politica, per questo ho scelto di fare lo storico

Paolo Prodi
È morto a Bologna Paolo Prodi, fratello dell'ex Presidente del Consiglio Romano Prodi. L'uomo aveva 84 anni ed è scomparso nella serata di venerdì 16 dicembre. Paolo Pordi è stato professore universitario a Trento, Roma e all'Alma mater di Bologna. Paolo Prodi è stato tra i fondatori della casa editrice "Il Mulino", che pubblica prevalentemente saggi di politica e cultura. Nel 1973 ha fondato con Hubert Jedin – e successivamente diretto – l'Istituto storico italo-germanico di Trento. Nel 2007 ha vinto il premio Alexander von Humboldt. È stato benemerito della cultura e dell'arte nel 1976 e nel 1987. Nel 1975 è stato insignito del Grand'Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana. Andrea De Maria, Pd, lo ricorda così

È scomparso Paolo Prodi. Storico, intellettuale, docente universitario. Ho avuto modo di conoscerlo personalmente e ne ricordo la grande competenza, la lucidità di pensiero, il rigore nello studio e nell' argomentare. Una personalità di grandissimo profilo e molto autorevole.

in foto: Paolo Prodi

Ex deputato di Movimento per la democrazia – La Rete, dopo si dedicò esclusivamente alla cultura, spiegando in un'intervista a Repubblica che "c'era troppa violenza nella politica, per questo ho scelto di fare lo storico".