15 Luglio 2022
17:00

Mercati luce e gas? Scopriamo chi abbiamo dalla nostra parte

Nell’attuale contesto storico e geopolitico la questione dei rincari delle materie prime sembra diventare ogni giorno più urgente. Ma chi controlla i servizi che portano acqua, energia e gas? Chi garantisce l’efficienza dei servizi e tutela i consumatori? Un ente autonomo che non tutti conoscono, al quale è possibile chiedere aiuto in caso di problemi: ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios

Negli ultimi mesi il tema energetico, complice il contesto geopolitico, è stato un po’ sulla bocca di tutti. Come arrivare a fine mese sapendo che il costo delle materie prime continua a salire drammaticamente è un problema abbastanza comune e districarsi tra i meandri delle offerte non è sempre molto semplice.

ARERA: un’Autorità dalla parte dell’efficienza e dei consumatori

Uno degli strumenti più utili in questo senso è il Portale Offerte, un portale unico nel suo genere, autorevole e indipendente, dove poter confrontare in modo gratuito ogni offerta di luce, gas e dual fuel esistente sul mercato per poter scegliere quelle più adeguate alle proprie esigenze. Chi ha dato vita a questo progetto e come mai è sicuro? ARERA, che è l’acronimo per Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, un’authority amministrativa indipendente istituita con la legge n. 481 del 1995, che svolge attività di regolazione e controllo nei settori di pubblica utilità come quello dell'energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore.

Portale Consumi, Bolletta spiegata e un sito per difendere i consumatori

Ma cosa fa per i consumatori? Oltre al Portale Offerte, ARERA ha istituito il Portale Consumi, a cui si accede dal sito www.consumienergia.it, autenticandosi con le credenziali SPID: in questa area si può controllare lo storico dei propri consumi diventando più consapevoli delle proprie abitudini e motivandosi a controllarle per ridurre il consumo di energia e di altri servizi. Oltre a ciò ARERA interviene da anni per semplificare la bolletta rendendola più fruibile e trasparente, facendo inserire ai venditori le informazioni principali in modo chiaro e in un’unica pagina, per poi aggiungere i dettagli più tecnici nelle altre o su richiesta. Sempre a sostegno dei consumatori ha lanciato la campagna #DifenditiCosì di fronte all’aggressività di alcuni call center particolarmente insistenti nel voler far cambiare fornitore di energia. Lo scopo è stimolare i consumatori a trarre tutte le informazioni per agire in modo consapevole e a esercitare i propri diritti di recesso nel caso non si sia convinti (www.difenditicosi.it).

ARERA e i bonus sociali direttamente in bolletta

Altre due iniziative sono da citare per l’efficacia che hanno avuto negli ultimi tempi e per il supporto che hanno dato alle fasce di consumatori più deboli. Uno è l’accesso automatico al Bonus Sociale come sconto in bolletta per le famiglie in difficoltà, caldeggiato da ARERA per rendere tutto più semplice. Dal 2021, infatti, per ricevere i bonus sociali di sconto acqua, luce e gas direttamente in bolletta basta ottenere l’ISEE, il documento che indica la situazione economica della famiglia e utile per avere anche altre prestazioni sociali (scuola, sconti telefonia etc.). Vengono automaticamente incrociati i dati delll'INPS con quelli del Sistema Informativo Integrato (SII), la banca dati gestita da Acquirente Unico (che contiene informazioni utili a individuare le forniture elettriche, gas e i gestori idrici). Questo ha supportato numerose famiglie con ISEE molto basso. Tra gennaio e dicembre del 2021 sono stati dati 4.025.483 i bonus per disagio economico: 2.487.599 per le forniture elettriche e 1.537.884 per quelle del gas, per un valore complessivo di 696,8 milioni di euro (488,1 milioni di euro per i bonus elettrici e a circa 208,7 milioni di euro per i bonus gas diretti) e uno sconto di circa il 30% in bolletta. Chi può accedere al bonus sociale? Diversamente dal 2021, nel 2022 il Governo ha permesso all’Autorità di potenziare la misura di aiuto: a oggi possono richiedere questo beneficio economico le famiglie con il livello limite ISEE di 12.000 €, e di 20.000 € se si ha più di 3 figli. Questa disposizione aumenterà il numero delle famiglie che potranno accedervi.

Sportello per il consumatore energia e ambiente: 800 166 654

Altro sostegno gratuito per i consumatori è lo Sportello per il consumatore energia e ambiente che nel 2021 ha risposto a 630.083 chiamate in orario di servizio, segnando un aumento rispetto al 2020 del 31%. Il 96% delle chiamate ha riguardato i settori dell’energia elettrica e del gas (96%) e tra gli argomenti principali c’è sicuramente il Bonus sociale di sconto. Il Servizio Conciliazione poi ha permesso di risolvere gratuitamente le controversie con l’operatore, senza dover ricorrere a un giudice. Il tasso di accordo è stato del 70% e i tempi di conclusione sono stati brevi: 58 giorni, con uno/due incontri online. Il risultato è stato il recupero di oltre 11 milioni di euro da parte degli utenti finali mediante l’accordo di conciliazione. Insomma, ora sappiamo come possiamo muoverci per difenderci e far valere i nostri diritti: www.sportelloperilconsumatore.it

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni