5.486 CONDIVISIONI
28 Settembre 2021
10:00

I 5 motivi per i quali ci manca andare al pub in tempi di distanziamento sociale

Da mesi pub e locali sono chiusi o soggetti a forti limitazioni. Ma regalarci una pausa al bancone ci manca. Nell’attesa di tornare a incontrarci, Stella Artois lancia un contest online puntando sulla professionalità degli amanti della spillatura.
Immagine
A cura di Ciaopeople Studios
5.486 CONDIVISIONI

Forse quello che ci manca di più in questi mesi di pandemia da Covid-19 è la socialità. Incontrare gli amici, uscire a cena, fare shopping o semplicemente prendere un caffè al volo con i colleghi sono tutti gesti semplicissimi che scandivano le nostre giornate ma che abbiamo dovuto cancellare dalla nostra routine. Gesti che ci mancano, come ci manca sederci al bancone del nostro pub preferito, per cinque fondamentali motivi.

1. Staccare dopo una giornata di lavoro

Che il lavoro sia sedentario o dinamico, la giornata è sempre lunga e il pensiero di una pausa di relax prima di rientrare a casa aiuta a tenere duro! Tornare subito, inoltre, non è consigliabile: i problemi e le preoccupazioni della giornata ci frullano ancora in testa ed è imperativo liberarcene prima di varcare la soglia del nostro rifugio domestico. Come neutralizzarli? Il modo migliore è una sosta al nostro pub preferito, dove un mix tra relax, ambiente accogliente ed una birra fresca dissolvono la negatività e predispongono a godersi al meglio la serata.

2. Incontrare gli amici

Non tutti i luoghi sono adatti per incontrare gli amici. Alcuni sono troppo caotici, altri silenziosi al limite della noia, altri ancora non hanno spazi accoglienti per la conversazione. Il pub è l’habitat ideale in cui l’amicizia può nascere e rinsaldarsi perché con il suo ambiente rilassato e il confortante tintinnio dei bicchieri in sottofondo è facile fare conversazioni che partendo dal derby o dall’ultimo libro letto arrivano al senso della vita.

3. Guardare lo sport in un ambiente di cameratismo

Si può assistere a una combattuta partita di rugby o al derby dal divano di casa, tra il rumore della lavatrice e le chiacchiere dei bambini che ci raccontano di un drammatico litigio per il predominio sul giocattolo preferito? Diciamocelo, esistono cornici decisamente perfettibili. Il plus dell’ambiente del pub è che, con la sola apparizione di un maxischermo, può trasformarsi dall’ovattato confessionale che accoglie le nostre confidenze alla curva più appassionata. Fondamentale è mantenere scaramanticamente sempre la stessa formazione di tifosi, rifornirsi di un numero adeguato di snack da sgranocchiare e avere davanti a sé una bella birra rinfrescante.

4. Avere una scusa per uscire quando la serata prende una brutta piega

Le serate storte capitano anche nelle migliori famiglie. Se la discussione è dietro l’angolo e nemmeno la proposta di lanciarsi in una maratona della serie TV più attesa della stagione o di prodursi in un rigenerante massaggio alla schiena riescono a rasserenare l’atmosfera, allora passiamo al piano B: la fuga. Via, alla volta del pub preferito che ci accoglie a braccia aperte con una bella birra per celebrare lo scampato pericolo.

5. Goderti una birra spillata a regola d’arte

Parlando di birre, c’è un’altra verità inconfutabile: assaporarla al pub ti consente di goderne appieno grazie a tutta una serie di finezze di cui in casa, giocoforza, dobbiamo fare a meno. Questo perché è spillata a regola d’arte da un professonista della spillatura che sa il fatto suo, servita nel bicchiere dalla forma più adatta e alla giusta temperatura. E se la birra è antica e di prestigio come Stella Artois, osservare un rituale preciso è il minimo: sono nove i passaggi da rispettare, e i migliori spillatori li conoscono bene. In attesa di poter tornare a incontrarci al pub, il celebre brand belga di AB InBev lancia un contest online dedicato ai professionisti della spillatura che servono Stella Artois in tutta Italia. Sai spillare Stella Artois alla perfezione? Vuoi sfidare i tuoi colleghi per aggiudicarti il titolo di Maestro di Spillatura? Allora partecipa al Draught Masters 2021: sfida i tuoi colleghi eseguendo alla perfezione i nove passaggi, invia i tuoi video e partecipa alla competizione. Il migliore, scelto da una giuria internazionale, si aggiudicherà il titolo di “Draught Master 2021”, una fornitura di Stella Artois e un viaggio in Belgio, oltre a partecipare all’evento di premiazione finale presso la sede di AB InBev di Milano.
Scopri i dettagli della competizione su http://www.stellaartois.com/it/draught-masters: speriamo di poter presto tornare ad incontrarci al bancone, chissà che il tuo pub di fiducia non sia il Draught Master 2021.

Questo è un contenuto pubblicitario a cura di Ciaopeople Studios, realizzato in linea con le necessità del brand
5.486 CONDIVISIONI
 
Spillare birra, questione di arte e passione
Spillare birra, questione di arte e passione
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni