620 CONDIVISIONI
ATP Finals Torino 2023: news sul torneo di tennis

Sinner e Rune possono eliminare Djokovic dalle ATP Finals col “biscotto”: non è impossibile

Il girone verde delle ATP Finals è molto equilibrato e decreterà i semifinalisti all’ultima giornata. Sinner e Rune giocheranno dopo Djokovic e il risultato del serbo potrebbe creare i presupposti per un ‘biscotto’ nel match serale.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Alessio Morra
620 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
ATP Finals Torino 2023: news sul torneo di tennis

Il girone verde delle ATP Finals vede tre tennisti in piena corsa per la qualificazione alle semifinali. Jannik Sinner non è ancora passato nonostante due vittorie (su due). Jannik, Djokovic e Rune, che hanno una vittoria e una sconfitta, si giocheranno tutto giovedì. Ci sono diverse combinazioni. Un solo set vinto o perso può fare la differenza. E c'è anche la possibilità, puramente teorica, che Sinner e Rune possano far fuori Djokovic. Ipotesi pratica considerando le varie possibilità. Un'ipotesi che però stuzzica i malpensanti che pensano anche a un risultato accomodato, perché in linea teorica ci sarebbero i margini per un ‘biscotto‘, ipotesi remota considerando la correttezza dei due tennisti. Ma come potrebbe realizzarsi?

Immagine

Ci sono sette possibili combinazioni alla vigilia dell'ultima giornata del girone verde delle ATP Finals. Sinner è l'unico padrone totalmente del suo destino. Perché se vince passa sicuro, senza calcoli. Rune invece deve vincere in due per essere certo di passare. Djokovic non è certo di qualificarsi con alcun risultato, perché se si impone in due set con Hurkacz deve comunque attendere l'esito di Rune-Sinner. E questa situazione alimenta dubbi cattivi. Perché non potendoci essere la contemporaneità, quando scenderanno in campo il danese e l'italiano saranno a conoscenza del risultato di Djokovic-Hurkacz, che giocherà al posto di Tsitsipas. E questo alimenta dubbi e sospetti. In ogni caso, anche senza sospetti, i due tennisti potrebbero essere condizionati dall'esito della sfida del numero 1 ATP.

Perché c'è chi teme il biscotto? Se Djokovic batterà Hurkacz in tre set, Sinner e Rune potrebbero in linea teorica decidere di ‘eliminare' il 24 volte vincitore di prove Slam. Il serbo avrebbe due vittorie e una sconfitta, ma una differenza set di 5-4, che sarebbe peggiore rispetto a quella di Sinner e Rune se il danese si imponesse in due o tre set. Con due set a uno per il danese, Rune e Sinner passerebbero per la differenza set (5-3) con il danese addirittura primo, avendo vinto lo scontro diretto.

Immagine

Rune sarebbe invece primo senza troppi calcoli vincendo in due set sull'azzurro e con il contemporaneo successo di Djokovic in tre set su Hurkacz. Qualora invece Hurkacz battesse Djokovic, Rune si qualificherebbe a scapito del favoritissimo solo battendo Sinner, con qualunque punteggio. Insomma calcoli semplici da fare, ma ipotesi del ‘biscotto' che sembra onestamente difficile da realizzare, al netto dei soliti tanti complottisti. Se Rune batterà Sinner ripeterà ciò che ha fatto a Monte Carlo lo scorso aprile.

Calcoli invece molto più complicati invece, e quasi irrealizzabili, sull'ipotesi ‘biscotto' in caso di 2 set a 0 di Djokovic su Hurkacz. Perché anche in questo caso si potrebbe imbastire qualcosa, ma Sinner e Rune dovrebbero guardare oltre che ai set (servirebbe il 2-1 per il danese) pure ai game. E servirebbe una calcolatrice in campo per far coincidere i game che servono a Jannik e Holger per far fuori Djokovic.

620 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni