video suggerito
video suggerito
US Open 2023 di tennis

Pegula sbugiarda un giornalista, imbarazzo agli US Open: “Sei stato tu a dire questa cosa?”

Pegula dopo la sconfitta con Keys agli US Open ha messo in imbarazzo la sala stampa con la caccia al responsabile della diffusione di una fake news.
A cura di Marco Beltrami
83 CONDIVISIONI

pegula 3 keys 17

Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Jessica Pegula non è riuscita ad andare oltre gli ottavi di finale agli US Open. La tennista americana numero 3 al mondo è uscita di scena per mano della connazionale Madison Keys in una partita senza storia. Nell'intervista di congedo da Flushing Meadows, la sempre pacata Jessica si è tolta qualche sassolino dalla scarpa con alcuni giornalisti presenti.

Si è parlato molto della delusione di Pegula per l'ennesimo flop in un torneo dello Slam nonostante la recente vittoria nel WTA 1000 di Montreal. Alcuni hanno parlato di un momento di difficoltà della tennista che si sarebbe lasciata andare addirittura alle lacrime uscendo dal campo Arthur Ashe.

Niente di vero però visto che la giocatrice ha smentito tutto chiarendo che non ci sono stati momenti di commozione, per lei che si era portata solo le mani sugli occhi. Ecco allora che nell'incontro con i cronisti Pegula ha puntato il dito contro chi ha messo in giro questa voce prendendo un abbaglio: "Sei stato tu a twittasre che ho pianto quando sono uscita dal campo? 

Ci sono stati dei momenti di silenzio e imbarazzo tra i presenti, anche se poi il diretto interessato si è assunto la responsabilità della falsa informazione. A quel punto Pegula ha spiegato: "Va bene. Qualcuno ha detto che sono uscito dal campo in lacrime. Sicuramente non stavo piangendo. Sono abbastanza sicuro che sia stato tu. Non so se l'avete twittato esattamente. Sicuramente non stavo piangendo, quindi…".

Dal momento di "tensione" a quello più leggero per Pegula che è poi entrata nel merito della vicenda, con il sorriso sulle labbra: "Sembrava davvero triste. Sicuramente non stavo piangendo. Mi sono fatto la ceretta in circa un'ora. Dovevo andare a giocare il doppio tra un'ora. Ero tipo, okay. Comunque…". Insomma grande amarezza ma non al punto di piangere per Pegula che poi davanti ai microfoni ha dimostrato di guardare avanti.

83 CONDIVISIONI
147 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views