video suggerito
video suggerito
US Open 2023 di tennis

Chi è Ben Shelton, il tennista americano che affronterà Sinner a Indian Wells

Ben Shelton è la grande rivelazione degli US Open 2023 e ora si prepara a sfidare Sinner negli ottavi di Indian Wells. Il tennista americano è entrato a pieno titolo nella top 20 ATP.
A cura di Alessio Morra
87 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Ben Shelton è stato la grande rivelazione degli US Open 2023 e ora affronterà Sinner ngli ottavi di finale di Indian Wells. Dopo una grande scorsa stagione, conclusa in crescendo, in questo 2024 Ben ha iniziato un po' a rilento ma ora nella sua America spera di tornare a competere ad altissimi livelli. Figlio d'arte, suo papà Bryan è stato tennista negli anni '90, Shelton sta scaldando la classifica, da lunedì sarà nei primi 20. La sua scalata al ranking è iniziata a gennaio scorso agli Australian Open, quando raggiunse incredibilmente i quarti di finale.

Chi è Ben Shelton, la nuova stella del tennis statunitense agli US Open

Chi conosce bene il tennis, ma anche chi lo ha seguito negli anni '90 ricorda bene Bryan Shelton, tennista di medio livello che giocava bene soprattutto sull'erba. Vinse due volte il torneo di Newport (1991, 1992) e batté Stich a Wimbledon (1994). Si ritirò quando era ancora giovane ed è diventato allenatore al college, tra i tanti allievi pure il figlio: Ben, nato ad Atlanta il 9 ottobre 2002. Ben Shelton ha vinto finora un solo titolo ATP, a Tokyo nel 2023, ma ha già fatto meglio del papà negli Slam e in classifica mondiale. Perché grazie ai grandi risultati a livello Slam sta galoppando nel ranking ATP.

Immagine

College e tennis di pari passo, fino a quando non ha deciso di provare con il professionismo. Nel 2022 ha vinto le prime partite nel circuito: una ad Atlanta e soprattutto due a Cincinnati (contro Sonego e Ruud), ma cadde subito agli US Open. Percorso di crescita classico per Shelton, che ha terminato l'anno vincendo tre challenger.

Il 2023 è stato l'anno dell'exploit con i quarti agli Australian Open. A Melbourne ha vinto quattro partite (senza battere top 60) e ha sfruttato un varco clamoroso. Si è fermato contro Tommy Paul. Ma intanto è finito in orbita. Il resto della stagione, per la verità, è stato tra alti e bassi ma ha dato dimostrazione di poter fare un grande salto di qualità. Poche vittorie tra erba e estate americana, poi all'improvviso l'esplosione bis, di nuovo a livello Slam, raggiungendo la semifinale di Flushing Meadows contro Djokovic.

Immagine

La scalata nel ranking ATP: da 570esimo alla top 20

Una scalata rapidissima quella di Ben Shelton che quando è sceso in campo nel challenger di Little Rock, a maggio 2022, era numero 570 ATP ed è arrivato poi nella top 20. Precisamente al numero 19 (17 nella Race). Shelton ha quantificato al massimo i risultati ottenuti nelle prove Slam: 360 punti con gli Australian Open e 720 con la semifinale degli US Open.

A New York Shelton ha sconfitto in quattro set Cachin, poi ha sfruttato il ritiro di Thiem, che era sotto di un set. Al terzo turno Shelton ha eliminato Karatsev in quattro set, e sempre lasciando un set per strada ha vinto i derby con gli americani Tommy Paul e Frances Tiafoe. Si è arreso solo in semifinale a Nole. In questo 2024 poche gioie tra Brisbane, Auckland e Australian Open, dove non è riuscito ad arrivare in fondo. Ora punta ad un altro exploit a Indian Wells, prima però ci sarà l'ostacolo Sinner.

87 CONDIVISIONI
147 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views