Mattia Binotto è stato chiarissimo e le sue dichiarazioni sembrano essere una sorta di mea culpa circa le condizioni attuali della Ferrari. L'undicesimo posto di Leclerc, il decimo di Vettel, sono una conferma che qualcosa non va nella scuderia della rossa. E allora ecco che proprio il Team Principal della Ferrari svela i palesi problemi della macchina quest'anno: "Dobbiamo accettare il verdetto del cronometro che non mente mai". Ha evidenziato Binotto, fortemente amareggiato da questo andamento lento della Ferrari che, nonostante gli aggiornamenti, è sembrata fare un'ulteriore passo indietro. Senza considerare quanto potrà poi pesare la penalità allo stesso Leclerc costretto a partire dalla 14^ posizione.

Mattia Binotto svela i problemi della Ferrari

Sulla griglia di partenza, al Gran Premio di Stiria, Charles Leclerc partirà dalla 14^ posizione (in qualifica era arrivato 11esimo) e Vettel dalla decima casella. Una prova del momento negativo della Ferrari. Proprio come ha evidenziato Mattia Binotto, team-principal della rossa che non ha usato mezzi termini per definire questo momento: "In due qualifiche sulla stessa pista, pur in condizioni diverse non siamo mai stati competitivi ha detto Binottonon soltanto contro quelli che negli ultimi anni erano stati i nostri avversari diretti ma nemmeno con altri che, fino a ieri, ci erano costantemente alle spalle“.

E poi sugli aggiornamenti apportati alla macchina, Binotto sottolinea il fatto che nonostante la fretta di modificarla, non sia cambiato assolutamente nulla circa le prestazioni di questa attuale Ferrari: “Abbiamo fatto tanti sforzi per anticipare una serie di aggiornamenti alla vetturaha aggiuntoma in pista i risultati non si sono visti. Ormai non possiamo nasconderci la realtà. Dobbiamo lavorare per cambiare uno stato di cose che non è all’altezza di una squadra che porta il nome Ferrari".