1.176 CONDIVISIONI
Covid 19
27 Marzo 2020
9:00

Coronavirus, la Ferrari annuncia: “La produzione ripartirà il 14 aprile”

La Ferrari ha comunicato, attraverso una nota stampa ufficiale, che la riapertura della produzione nei suoi stabilimenti di Maranello e Modena è prevista per il 14 aprile due settimane dopo la data decisa inizialmente. Il tutto però a condizione che per la casa automobilistica italiana “sia garantita la continuità della catena di fornitura”
A cura di Marco Beltrami
1.176 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La Ferrari è pronta a riaprire i battenti. La casa automobilistica italiana ha comunicato, attraverso una nota ufficiale, che la riapertura della produzione negli stabilimenti di Maranello e Modena è prevista per il 14 aprile, due settimane dopo la data decisa inizialmente. Il tutto a condizione che "sia garantita la continuità della catena di fornitura". La società ha anche aggiunto che sta adottando tutte le misure per assicurare le migliori condizioni per il benessere e la salute dei suoi dipendenti.

La Ferrari annuncia la ripresa della produzione il 14 aprile

Attraverso un comunicato stampa, la Ferrari ha annunciato la ripresa della produzione il 14 aprile. Si tornerà al lavoro dunque negli stabilimenti della prestigiosa casa automobilistica italiana due settimane dopo la data che era stata inizialmente decisa, ovvero il 27 marzo. Tutto dipenderà ovviamente dalla situazione legata alle forniture, con la speranza che la crisi legata all'emergenza Coronavirus possa rientrare al più presto: "La Ferrari prevede attualmente di riaprire la produzione il 14 aprile 2020, a condizione che sia garantita la continuità della catena di fornitura".

Il comunicato della Ferrari, appuntamento a maggio per fare il punto sulla situazione economica dopo la crisi COVID-19

La società del Cavallino Rampante, ha inoltre comunicato che "continuerà a farsi carico dei giorni di assenza di coloro che non possono avvantaggiarsi di tale soluzione". La Ferrari infatti alla luce del momento d'incertezza legato al COVID-19 sta "adottando tutte le misure più appropriate per assicurare il benessere e la salute dei suoi dipendenti, nell'interesse di tutti i suoi stakeholder". Per quanto riguarda la situazione economica, bisognerà aspettare invece il 4 maggio, quando ci sarà una "conference call con la comunità di investitori relativa ai risultati del primo trimestre.

1.176 CONDIVISIONI
31628 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni