E sono otto vittorie su otto partite: l'Italvolley di Davide Mazzanti al Mondiale di pallavolo in Giappone non vuole fermarsi più. Le azzurre hanno superato anche l'ostacolo Russia con un perentorio 3-1 (22-25; 25-20; 25-18; 25-22) e hanno strappato il pass per le Final Six di Nagoya del 14-16 ottobre. Bella reazione dell'Italia, dopo una partenza sottotono. Da metà del secondo set Chirichella e compagne hanno aumentato le marce, tornando a macinare una pallavolo solida ed efficace. Domani nell’ultimo match della seconda fase le azzurre affronteranno gli Stati Uniti (ore 9.10, diretta su RaiDue), l’obiettivo è quello di chiudere al primo posto la Pool F.

La gara

Non ci sono novità nella formazione iniziale azzurra: Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, centrali Danesi e Chirichella, libero De Gennaro. L’Italia parte male perdendo il primo set e si trova sotto anche nel secondo ma sul 14-18 è arrivata la svolta della gara: Paola Egonu ha chiuso le porte all’attacco russo con un muro fantastico e ha caricato le compagne. La squadra di Mazzanti da quel momento cambia marcia, recupera con la difesa e i contrattacchi di Egonu e Sylla, e riesce a chiudere il set con un altro muro pareggiando i conti. Il terzo set scorre via veloce sulla scia del precedente e consente alle azzurre di qualificarsi matematicamente per la terza fase del torneo. Mazzanti non dà spazio al turnover e lascia in campo le migliori fino al termine. L'Italia chiude la contesa in quattro set e vola alle Final Six da imbattuta.

Grande prova della Bosetti factotum, Enogu mostruosa

Lucia Bosetti ha giocato una gara al limite della perfezione: la giocatrice italiana è solida in ricezione, decisa a muro e precisa al millimetro in attacco. La schiacciatrice azzurra si è fatta sentire anche in battuta, come in occasione dell'ace sul 10-8 nel terzo set. Eccelsa prestazione di Paola Egonu, una vera trascinatrice per tutto il gruppo azzurro.