L'Italia perde uno dei suoi protagonisti al Tour de France. Giacomo Nizzolo è stato costretto ad alzare bandiera bianca e a ritirarsi dall'edizione 2020 della Grand Boucle. Una decisione figlia di alcuni problemi fisici, e arrivata nel corso dell'ottava tappa durante una salita. Troppo forte il dolore al ginocchio per l'atleta azzurro reduce dai successi nel campionato italiano prima e in quello europeo dopo.

Giacomo Nizzolo si ritira nel corso dell'ottava tappa del Tour de France

Giacomo Nizzolo ha provato a resistere, ma alla fine si è dovuto arrendere al dolore. L'atleta italiano classe 1989 della NTT si è ritirato nel corso dell'ottava tappa del Tour de France. Sulla salita del Col de Menté, Nizzolo non è riuscito a proseguire alla luce di un infortunio al ginocchio già accusato nella tappa di ieri. Il velocista milanese, alla sua seconda Grand Boucle, infatti era finito addirittura a 15 minuti dal vincitore proprio a causa di fastidi all'articolazione. Nonostante tutto, l'azzurro ha provato a stringere i denti, anche se a circa metà tracciato è stato costretto a scendere dalla bici.

Si chiude male dunque il Tour per Nizzolo che dopo il settimo posto nella frazione inaugurale era riuscito a conquistare un terzo posto a Sisteron. Purtroppo il ciclista italiano si è dovuto arrendere alla sfortuna pagando anche le fatiche relative agli appuntamenti precedenti al prestigioso trofeo transalpino. Non bisogna dimenticare infatti che Nizzolo ha conquistato la scena nel post-lockdown ottenendo prima la maglia tricolore a Cittadella, e poi quella del titolo continentale a Plouay. Un bottino prestigioso per un ciclista che ora sarà costretto ad un periodo di stop per recuperare nel migliore dei modi dall'infortunio.