Episodio curioso nel finale del primo tempo di Milan-Torino, monday night della ventiquattresima giornata di Serie A. Protagonista Mateo Musacchio, schierato inizialmente in panchina da Stefano Pioli. Al momento dell'infortunio di Kjaer, il tecnico ha chiesto al centrale argentino di riscaldarsi, ma quest'ultimo secondo quanto riportato da Sky si sarebbe rifiutato di entrare in campo facendo riferimento ad un problema al polpaccio.

Milan-Torino, Mateo Musacchio si rifiuta di entrare

Tensione poco prima della fine del primo tempo di Milan-Torino. L'infortunio muscolare di Simon Kjaer ha spinto Stefano Pioli a ricorrere al cambio. L'allenatore ha subito pensato a Mateo Musacchio che però stando alla ricostruzione di Sky Sport, si sarebbe rifiutato di entrare facendo riferimento ad un fastidio al polpaccio. A quel punto il mister rossonero visibilmente irritato ha fatto cenno a Gabbia di accelerare il riscaldamento. Dopo pochi secondi il giovane difensore è subentrato al danese. Al momento del ritorno in campo per la seconda frazione di gioco, Musacchio non è più rientrato in panchina, restando negli spogliatoi. Esordio per Gabbia nel massimo campionato di calcio italiano.

Perché Musacchio si è rifiutato di entrare in campo

Quello che è certo è che Mateo Musacchio è reduce da alcuni problemi fisici. Prima una contusione alla caviglia, e poi un problema al polpaccio. Nelle ultime uscite però contro Inter e Juventus, è rimasto in panchina: una situazione maldigerita con Kjaer, colpo di mercato invernale che ha preso il suo posto in coppia con Alessio Romagnoli. Una situazione che ha alimentato probabilmente anche il malumore di Musacchio che fino a pochi mesi fa era titolare nel reparto arretrato della formazione rossonera.