Prima sentenza sul caso di Luis Suarez e dell'esame farsa sostenuto presso l'Università per Stranieri di Perugia per l'ottenimento della cittadinanza italiana. Il professor Lorenzo Rocca, membro della Commissione che ha ascoltato il calciatore nella mattinata di oggi, come riportato da Umbria24.it, ha patteggiato un anno con pena sospesa.

Lorenzo Rocca era uno degli esaminatori dell'Università per Stranieri di Perugia che ha ascoltato Luis Suarez nel corso dell'esame per l'ottenimento della certificazione necessaria per la lingua italiana, lo scorso 17 settembre, finito poi al centro di un'inchiesta della Procura di Perugia. Il professore indagato in concorso con la rettrice Giuliana Grego Bolli, la professoressa Stefania Spina, il direttore generale Simone Olivieri  con l'accusa di aver rivelato i contenuti dell'esame orale al calciatore, ha deciso di patteggiare, un anno con pensa sospesa. Revocata dunque la misura cautelare interdittiva della sospensione per otto mesi, con la sua posizione che è stata dunque stralciata dal fascicolo principale.

Nessuna revoca invece per la professoressa Stefania Spina, ovvero quella che avrebbe inviato al centravanti dell'Atletico Madrid l'intero testo dell'esame. Una situazione legata all'ammissione di Luis Suarez (è quanto sostenuto dal gip, in un provvedimento legato alle indagini) sulla ricezione in anticipo rispetto alla prova del testo dell'esame che avrebbe poi sostenuto. La docente dal canto suo si è difesa ribadendo di aver solo suggerito all'attuale centravanti dell'Atletico Madrid, di approfondire gli stessi argomenti trattati durante le lezioni. L'inchiesta è entrata nel vivo e nei prossimi giorni potrebbero arrivare ulteriori novità, con avvisi di conclusione delle indagini.