La scorsa settimana il portiere della Spal Etrit Berisha è risultato positivo al Covid-19. Subito l'albanese era stato posto in isolamento domiciliare, ma adesso è stato ricoverato presso il reparto specializzato Covid-19 dell'Ospedale di Cona perché deve effettuare accertamenti clinici. La notizia è stata comunicato dallo stesso club ferrarese:

S.P.A.L. srl comunica che a seguito della positività al Covid-19 riscontrata venerdì 27 novembre, nelle scorse ore il portiere biancazzurro Etrit Berisha è stato ricoverato presso il reparto specializzato Covid-19 dell’ospedale di Cona per effettuare accertamenti clinici.

Sono tanti i calciatori che sono stati contagiati in tutti questi mesi, ma probabilmente nessuno è finito in ospedale. Le condizioni di Berisha vanno valutate e in queste ore il numero uno della Spal verrà sottoposto agli esami che faranno chiarezza sulle sue condizioni.

Da 8 stagioni Berisha gioca in Italia

Portiere di trentuno anni, da tante stagioni gioca in Italia, a cui ha legato gran parte della sua carriera. Il direttore sportivo della Lazio Igli Tare lo pescò in Svezia, giocava con il Kalmar, in biancoceleste è stato a lungo secondo portiere. In tre stagioni ha giocato 38 partite di campionato e 22 nelle coppe, poi è stato ceduto all'Atalanta dove ha vissuto due annate da titolare con Gasperini prima di essere retrocesso al ruolo di secondo portiere, alle spalle di Gollini. L'albanese diede il suo contributo nel campionato che finì con una splendida qualificazione alla Champions League. Nell'estate del 2019 è diventato il portiere della Spal, che nella passata stagione è retrocessa in Serie B. Anche quest'anno difende i pali della squadra guidata dal tecnico Marino. Con la nazionale dell'Albania ha disputato 64 partite e preso parte agli Europei del 2016.