Quando si gioca squash, è importante scegliere la racchetta giusta, in quanto questa può influire sulle proprie performance in campo. Per garantire dei risultati ottimali, la racchetta deve essere pratica e maneggevole da utilizzare, e presentare delle caratteristiche tecniche adeguate al livello del giocatore.
Esistono infatti racchette da squash pensate per i principianti, più leggere e semplici da usare, e altre pensate per chi ha un po' di esperienza in più, con un peso importante e una maggiore potenza di tiro. Prima di acquistare una racchetta, quindi, è fondamentale prendersi il giusto tempo, e valutare con attenzione il proprio livello di esperienza e il proprio stile di gioco.

Le tante racchette disponibili online, inoltre, possono differire tra loro anche per altri aspetti. Tra questi il più comune riguarda i materiali utilizzati, con differenze sostanziali tra alluminio, fibra di carbonio, grafite e altri. Ciò che può variare è anche il punto di equilibro collocato in testa, al centro o verso il manico, così come il peso, con racchette più leggere o pesanti.
Vediamo quindi insieme quali sono le migliori racchette da squash, tra modelli di marche famose come Wilson, Dunlop, Oliver, Prince e altre, e come fare per scegliere quello giusto.

Come si gioca a squash

Lo squash è uno sport con poche e semplici regole, e che può essere giocato da chiunque. Si tratta di un gioco molto simile al tennis, che permette di tonificare braccia e gambe, ma che risulta comunque molto meno faticoso rispetto al tennis.
Vediamo come si gioca a squash e quali sono le regole principali di questo sport.

Innanzitutto c'è da dire che lo squash si gioca al chiuso in una stanza di massimo 10 metri quadri. Il campo generalmente è di forma rettangolare e lo sport prevede da due a quattro giocatori al massimo. Lo scopo principale è far rimbalzare una pallina di gomma sul muro frontale e fare in modo che l'avversario non riesca a prenderla.

Il gioco prevede la possibilità di colpire la palla a volo, quindi senza farla rimbalzare sul pavimento, o anche di sfruttare le pareti laterali e quella posteriore, a patto che la pallina vada comunque a rimbalzare sul muro frontale.

Nello specifico si ottiene un punto quando:

  • La pallina colpisce il muro frontale e rimbalza per due volte a terra prima che l'avversario la colpisca.
  • La pallina colpita dall'avversario impatta il muro oltre la linea di limite.
  • Si viene ostruiti volontariamente dall'avversario.

La regola generale impone di cercare in ogni modo di evitare contatti con l'avversario durante il suo turno. Nel caso in cui l'accesso alla palla sia impedito dall'avversario in maniera non volontaria (essendo il campo di dimensioni ridotte) si può chiedere un "Let" ovvero la ripetizione dello scambio. Il "Let" può essere giudicato valido o meno.

In ogni caso, una volta che si verifica una delle circostante appena viste, termina uno scambio e si assegna un punto a uno dei due giocatori. Il primo che arriva a 11 si aggiudica il game, a meno che i due giocatori non arrivino entrambi a 10. In quel caso il game viene assegnato al primo che ottiene 2 punti di vantaggio.

In genere le partite si disputano alla meglio di 3 o 5 game.

Classifica delle migliori racchette da squash del 2021

Come anticipato in questa classifica vedremo quali sono le migliori marche di racchette da squash. I vari modelli presenti sono stati scelti in base a parametri tecnici come i materiali utilizzati per la loro realizzazione, il peso, l'equilibrio, ma anche la marca e naturalmente il prezzo.

In più per ogni modello abbiamo indicato se si tratta di una racchetta adatta a principianti, che si avvicinano cioè per la prima volta a questo sport, o a giocatori che hanno maturato già una certa esperienza.

1. Oliver Orc A: per giocatori di livello intermedio

Il primo modello è questa racchetta da squash Oliver Orc A. Si tratta di un prodotto adatto principalmente a giocatori di livello intermedio, in grado di garantire prestazioni interessanti.
La racchetta infatti non è leggerissima, con un peso di 140 grammi, anche se risulta essere comunque ben bilanciata. Assicura un ottimo felling durante il gioco, con colpi che strizzano l'occhio più alla precisione che alla potenza, annullando allo stesso tempo le vibrazioni.
Inclusa nel prezzo è presente anche la pratica custodia con tracolla.

Livello: intermedio

Pro: si tratta di una racchetta da squash semi-professionale, adatta a giocatori di media esperienza, che siano maggiormente orientati su colpi di precisione. In particolare la racchetta garantisce un ottimo controllo della palla e vibrazioni quasi assenti, per assicurare la massima godibilità durante la partita.

Contro: la racchetta pesa 140 grammi e, proprio per questo, potrebbe non essere particolarmente indicata per principianti e giocatori alle prime armi, ma per giocatori con un po' di esperienza in più.

2. Dunlop Max Lite: la migliore per principianti

Passiamo a un modello più economico e, in generale, adatto a chi si avvicina per la prima volta allo squash. Questa Dunlop Max Lite è infatti una racchetta molto semplice, ideale per le prime partite e per imparare a giocare.
Nello specifico sono incluse due racchette con un robusto telaio in titanio, che garantisce un controllo della pallina ottimale. Il materiale utilizzato, inoltre, assicura un peso ridotto della racchetta, caratteristica che la rende ideale anche per chi non ha esperienza in questo sport.
Il prezzo è davvero economico e include, oltre alle due racchette, anche tre palline, in modo da poter iniziare a giocare fin da subito.

Livello: principianti.

Pro: una racchetta da squash ideale per i principianti che si avvicinano per la prima volta a questo sport. Il materiale utilizzato è il titanio il che assicura una buona resistenza e un peso contenuto, in modo da rendere accessibile il gioco anche a chi non ha una certa esperienza nel maneggiare una racchetta. La confezione, a un prezzo modico, include due racchette e tre palline, per iniziare a giocare da subito.

Contro: la prima volta che si utilizza la racchetta, l'impugnatura può apparire leggermente scivolosa ma, già dalla seconda volta in poi, il grip con il manico risulta perfetto.

3. Tecnifibre Carboflex X-Speed 125: la migliore per professionisti

Torniamo su un modello professionale con questa Tecnifibre Carboflex X-Speed 125. Si tratta infatti della racchetta scelta per due volte dal campione del mondo Mohamed El shorbagy.
La racchetta presenta una testa da 500cm quadrati, che offre quindi un'ampia superficie d'impatto con la pallina. Il materiale utilizzato è la grafite, rigida, che assicura un ottimo controllo e con un peso di soli 125 grammi.
Ottima racchetta anche sul piano della potenza, in quanto è incordata con una stringa DNAMX Ø 1.20, che permette di assestare colpi con una maggiore forza d'impatto.

Livello: giocatori esperti

Pro: una racchetta da squash professionale, scelta dal due volte campione del mondo Mohamed El shorbagy, adatta quindi a giocatori con un certo livello di esperienza. La racchetta si presenta bene con una superficie da 500 cm quadri, e una struttura in grafite che assicura la giusta rigidità e un controllo ottimale della pallina.

Contro: si tratta di una racchetta pensata per giocatori esperti alla ricerca di un modello di qualità. Proprio per questo non è particolarmente adatta ai principianti e a chi cerca la sua prima racchetta da squash.

4. Wilson Ripper Junior: la migliore per i più piccoli

Se si cerca una racchetta da squash che sia adatta ai più piccoli, questa Wilson Ripper Junior può rivelarsi la scelta più giusta. Si tratta infatti di una racchetta dal peso contenuto, che risulta per questo particolarmente maneggevole per bambini e ragazzi che si avvicinano a questo sport.
La struttura è realizzata in alluminio di alta qualità, per un prodotto resistente e durevole nel tempo. Anche sul piano estetico la racchetta appare molto apprezzata, con colorazioni sgargianti e uno stile facilmente riconoscibile.
Un modello ideale per i più piccoli, a un prezzo decisamente accessibile.

Livello: principianti, età junior

Pro: una racchetta ideale per giocatori junior che si approcciano per la prima volta a questo sport. In particolare è costituita da una robusta struttura in alluminio, con un peso contenuto, in modo da agevolare i più piccoli. In generale il prodotto presenta un'ottima qualità, a un prezzo comunque molto accessibile.

Contro: nonostante sia una racchetta di taglia unica, non risulta particolarmente adatta agli adulti, ma principalmente è pensata per i più piccoli.

5. Dunlop Hyperfibre XT Revelation: migliore per velocità

La Dunlop Hyperfibre XT Revelation è una racchetta da squash che spicca senza dubbio per la velocità e l'equilibrio durante il gioco. La tecnologia Aero Skin CX, infatti, permette di ridurre la superficie del 35%, in modo da rendere la racchetta molto più veloce nell'aria.
Il modello è realizzato in alluminio per un peso totale di 120 grammi. Si tratta senza dubbio di una racchetta da squash professionale, con un'impugnatura di dimensioni leggermente inferiori rispetto alla media, in modo da assicurare un controllo ottimale, e una libertà di movimento totale.

Livello: giocatori esperti

Pro: una racchetta da squash con tecnologia Aero Skin CX che permette di ridurre del 35% la superficie, in modo da garantire una maggiore velocità nell'aria. La racchetta è inoltre molto leggera, con un peso di soli 120 grammi, e presenta un'impugnatura più piccola rispetto alla media, per un migliore controllo durante il gioco.

Contro: si tratta di una racchetta abbastanza sofisticata, ideale per giocatori che hanno un certo livello di esperienza. Proprio per questo motivo non è particolarmente consigliata per chi è alla ricerca della sua prima racchetta da squash.

6. Wilson Starter Squash Kit: il più completo

Il Wilson Starter Squash Kit è invece il prodotto più completo di questa classifica, adatto a tutti i nuovi giocatori che non vogliono farsi mancare nulla. Il kit include infatti una racchetta da squash Impact Pro 300, due palline, una borraccia e una borsa/custodia per trasportare la racchetta.
In particolare è un modello pensato appositamente per i principianti, in quanto offre un giusto equilibrio tra potenza e controllo nei colpi.
La racchetta esteticamente è molto carina, con il caratteristico logo Wilson sulla testa, ed è utilizzabile indistintamente da mancini e destrimani.

Livello: principianti

Pro: un kit completo adatto a chi vuole iniziare a giocare a squash senza farsi mancare nulla. Il kit infatti include una racchetta Impact Pro 300, due palline per principianti, una borraccia e una borsa per il trasporto. La racchetta è adatta sia ai mancini che ai destrimani e presenta il giusto equilibrio tra potenza e controllo, in modo da poter essere utilizzata al meglio da chi si approccia per la prima volta a questo gioco.

Contro: il kit andrebbe scelto principalmente per la qualità di racchetta e palline. Da questo punto di vista la borraccia è l'elemento che lascia più a desiderare dell'intero set, ma che non pregiudica comunque l'alta qualità degli altri elementi.

7. Head i110: la più leggera

Con un peso di soli 110 grammi, la Head i110 è tra le racchette da squash più leggere, in grado di assicurare potenza e controllo al tempo stesso.
La racchetta è pensata per giocatori di livello intermedio che abbiano già preso un po' di dimestichezza con lo sport. Si tratta proprio per questo del modello ideale per passare da una racchetta da principianti, ad una più avanzata, che permetta di alzare il livello del proprio gioco.
Il bilanciamento centrale, unito al peso contenuto, permette direzionare al meglio la palla, assicurando un controllo davvero eccellente.

Livello: intermedi

Pro: una racchetta di livello intermedio, ideale per passare da un modello da principianti ad uno più avanzato. Questo grazie anche al peso di soli 110 grammi la rende particolarmente comoda da utilizzare, assicurando al tempo stesso una potenza soddisfacente e un controllo ottimale durante il gioco.

Contro: passando da una racchetta per principianti a questo modello, si potrà avere un po' di difficoltà per i primi utilizzi, in quanto la sensibilità è maggiore ed è necessario avere un migliore controllo. Nulla che un po' di pratica non possa risolvere.

8. Head Extreme: miglior rapporto qualità/prezzo

Altra ottima soluzione, soprattutto per il vantaggioso rapporto qualità/prezzo che propone, è questa Head Extreme. Si tratta di una racchetta da squash in grafite, che offre un'ottima resistenza e un controllo accettabile, soprattutto per chi si avvicina per la prima volta a questo sport.
Il peso della struttura è in totale di 145 grammi, si tratta di sicuro di un peso importante, adatto in particolar modo a chi ha una buona forza muscolare.
L'impugnatura Soft Tac risulta inoltre particolarmente comoda da maneggiare. La scelta ideale per principianti che vogliono partire subito con un modello di ottima qualità.

Livello: principianti

Pro: una racchetta con un ottimo rapporto qualità/prezzo che la rende una scelta ottimale per principianti e per chi ha imparato da poco a giocare a squash. La racchetta ha un peso di 145 grammi e, anche grazie all'impugnatura Soft Tac, garantisce un ottimo controllo e un buon bilanciamento durante il gioco, oltre ad essere molto comoda da utilizzare.

Contro: una racchetta dal peso importante e dalla struttura solida. Queste caratteristiche la rendono ideale per chi ha una buona forza muscolare, mentre per chi ha un fisico più gracile si consigliano modelli più leggeri.

9. Karakal S-Pro FF Elite: migliore per potenza

La Karakal S-Pro FF Elite è tra le migliori racchette da squash in assoluto. Il peso del modello è di 140 grammi e presenta una robusta struttura in grafite che lo rende solido e resistente. Si tratta di una racchetta che garantisce colpi potenti, mantenendo al tempo stesso un'elevata precisione e un equilibrio generale più che soddisfacente.
La superficie di testa misura circa 455 centimetri quadri, il che la rende abbastanza ampia in relazione alla media delle altre racchette da squash. Di sicuro una racchetta adatta a giocatori più esperti che hanno maturato già numerose ore in un campo da squash.

Livello: giocatori esperti

Pro: una racchetta da squash che assicura un'elevata potenza di tiro, grazie alla struttura solida e al peso di 140 grammi, perfettamente nella media. Si tratta di un modello adatto principalmente a giocatori esperti, per portare il proprio gioco a un livello ancora superiore.

Contro: trattandosi di un prodotto pensato per esperti e con caratteristiche tecniche più professionali, presenta un prezzo maggiore rispetto ad alternative meno performanti e più economiche.

10. Prince Venom Tour 975: migliore per materiali

Concludiamo con questa Prince Venom Tour 975, una racchetta adatta a giocatori con una certa esperienza, realizzata con ottimi materiali.
La struttura è infatti in fibra di carbonio, un materiale che assicura una grande resistenza e un peso abbastanza contenuto di soli 135 grammi.
La racchetta è inoltre dotata di tecnologia O3 che assicura maggiore stabilità e controllo, la tecnologia Power Ring che migliora risposta e potenza e infine la tecnologia TeXtreme X Twaron che, grazie alla fibra di carbonio, garantisce una maggiore stabilità torsionale.
Si tratta senza dubbio di una racchetta adatta a chi cerca un modello professionale e dalle prestazioni da top di gamma.

Livello: giocatori esperti

Pro: una racchetta professionale in fibra di carbonio, dal peso di soli 135 grammi, che assicura potenza e controllo ottimali durante il gioco. La racchetta è dotata di tecnologia O3, Power Ring e TeXtreme X Twaron per garantire prestazioni professionali in ogni situazione.

Contro: si tratta naturalmente di una racchetta adatta a giocatori esperti, che presenta quindi un peso più elevato rispetto ad altri modelli. Il costo è giustificato chiaramente dalle prestazioni eccellenti che è in grado di garantire, oltre che dagli ottimi materiali impiegati.

Come scegliere la migliore racchetta da squash

Le racchette da squash, come visto nella classifica, si differenziano tra loro per caratteristiche come i materiali impiegati, il peso complessivo del modello, ma anche l'equilibrio o il livello del giocatore.
In questa guida all'acquisto vedremo tutti gli aspetti più importanti da valutare per poter scegliere la migliore racchetta in base alle proprie esigenze.

Livello del giocatore

Una delle primissime cose da valutare, prima di scegliere una racchetta da squash, è il livello del giocatore che dovrà utilizzarla. Esistono infatti alcuni modelli più indicati per i principianti, e altri pensati appositamente per giocatori più esperti.

In genere, per i principianti, si consiglia di optare per racchette con equilibrio nel manico, in quanto assicurano un maggiore controllo. In più chi gioca a squash per le prime volte, non ha in genere un fisico allenato per questo sport e, proprio per questo, può prediligere delle racchette più leggere, che richiedano quindi uno sforzo minore.
Infine è consigliato, per un principiante, optare per racchette che offrano nel complesso un buona combinazione di controllo e potenza, in modo da poter imparare al meglio e comprendere le meccaniche di questo sport.

I giocatori più esperti possono naturalmente scegliere il tipo di racchetta che preferiscono, optando magari per modelli più rigidi e pesanti che garantiscano maggiore potenza di tiro.

Materiali

Volendo andare maggiormente sul lato tecnico, un aspetto molto importante di cui tener conto per la scelta della racchetta è il materiale con il quale è realizzata. A tal proposito sono diversi i materiali, ognuno con caratteristiche molto diverse.

  • Legno: le prime racchette da squash erano realizzate in legno, un materiale che ad oggi, però, non è quasi più utilizzato. Di sicuro il legno offriva il vantaggio di essere molto resistente, pur presentando però un peso decisamente importante.
  • Alluminio: un materiale molto comune è l'alluminio. In genere con questo materiale si realizzano racchette a basso costo che non garantiscono un controllo molto preciso durante il gioco. Per questo motivo sono racchette scelte generalmente da chi cerca una soluzione economica.
  • Fibra di carbonio: di sicuro tra i migliori materiali in assoluto, in quanto assicura un'ottima resistenza e un peso ridotto. Il controllo della palla è ottimale con racchette realizzate con questo materiale.
  • Grafite: un materiale molto rigido, che offre quindi una buona resistenza. Si tratta del materiale più diffuso tra le racchette di fascia medio/alta.
  • Altri materiali: tra gli altri materiali impiegati per le racchette da squash possiamo trovare fibre come boro e ceramica, entrambi materiali che offrono una buona rigidità e assorbono in maniera efficace le vibrazioni, o il thermolon, un materiale dalle elevate prestazioni, che presenta però un prezzo mediamente superiore rispetto agli altri.

Equilibrio

Altro elemento importantissimo di cui tener conto nella scelta di una racchetta da squash è l'equilibrio. Questo è determinato dalla distanza tra il baricentro della racchetta e l'estremità del manico.

Il punto di equilibrio può essere collocato in tre punti differenti: vale a dire nel manico, al centro o in testa. Le racchette con il punto di equilibrio in testa sono quelle più "difficili" da utilizzare e adatte quindi a giocatori più esperti. Questo perché risultano meno maneggevoli e più pesanti da utilizzare, pur garantendo un migliore controllo sui colpi.
Per un principiante l'ideale è optare per una racchetta con il punto di equilibrio sul manico, in quanto risulta molto più semplice e pratica da maneggiare.

In ogni caso è possibile modificare l'equilibrio di una racchetta anche in un secondo momento, in modo da personalizzarla in base al proprio stile di gioco, applicando degli appositi bilanciatori.

Peso

Le varie racchette da squash possono variare tra loro anche per il peso che presentano. Una racchetta più pesante e rigida è l'ideale per colpi potenti, anche se è indicata principalmente per giocatori con una certa esperienza e con una buona forza muscolare. Questo perché il peso maggiore porta inevitabilmente a stancarsi prima.

In alternativa le racchette più leggere ed elastiche sono ideali per principianti e per chi non possiede molta forza. A un peso minore, e quindi a una maggiore maneggevolezza, corrisponde però anche una minore potenza di tiro. Per trovare la racchetta giusta è fondamentale quindi analizzare con attenzione il proprio stile di gioco e le proprie caratteristiche, in modo da essere sicuri di utilizzare l'accessorio che permetta di esprimersi al meglio.

Tensione corde

L'incordatura è un aspetto fondamentale da considerare per l'acquisto di una racchetta da squash. Una tensione delle corde maggiore o minore, infatti, può influire in maniera importante anche sul gioco e sulle prestazioni.
Una racchetta con una tensione delle corde bassa risulta ideale per avere un migliore controllo e precisione del colpo, ma in linea di massima non risulta particolarmente indicata per giocatori principianti.

Al contrario, una racchetta con una tensione alta, quindi con delle corde meno flessibili, è perfetta per chi è in grado di calibrare la forza e la profondità del tiro durante il colpo.
Il consiglio è quello di scegliere una racchetta che sia affine con il proprio stile di gioco, in modo da avere subito tra le mani l'accessorio giusto.

Bumper guard

Il bumper guard è la caratteristica protezione in silicone che ricopre per intero la racchetta, dalla testa fino all'impugnatura. Si tratta in sostanza di uno strato protettivo che svolge una doppia funzione: da un lato protegge la racchetta da colpi troppo forti o da cadute, dall'altro protegge il giocatore evitando che possa farsi male.

Tra i migliori bumper guard ci sono quelli in silicone, in quanto è un materiale che offre una buona resistenza ed elasticità. Naturalmente, affinché la racchetta duri nel tempo, è fondamentale scegliere modelli con un bumper guard di qualità, per evitare che la racchetta possa danneggiarsi in modo irreparabile.

Rendimento

Il rendimento della racchetta è definibile come la capacità di quest'ultima di moltiplicare la forza impressa tramite il movimento. Questo valore è quello che permette di sferrare colpi potenti e precisi nel momento in cui si impatta la pallina.
Naturalmente il rendimento è influenzato dai fattori che abbiamo appena visto, come il peso e l'equilibrio, ma anche dalla forza effettiva del giocatore e dalla rigidità della racchetta.

Una maggiore rigidità permette infatti di imprimere una maggiore forza al colpo, anche se c'è da considerare che una racchetta più rigida può risultare più difficile da maneggiare.

Comodità e vibrazioni

Per poter rendere al meglio una racchetta deve garantire anche una certa comodità. Questo valore è dato dalla quantità di vibrazioni che la racchetta stessa trasferisce al braccio durante il colpo. Quando si impatta la pallina, infatti, corpo e testa della racchetta vibrano, causando una tensione al braccio del giocatore.

Una quantità di vibrazioni eccessiva può determinare una scarsa comodità durante il gioco e, di conseguenza, anche prestazioni inferiori. In genere il materiale con cui è realizzata la racchetta, così come la superficie di incordatura e la rigidità in generale, sono tutti fattori che possono fare la differenza in tal senso.

Rigidità

Meglio una racchetta rigida o elastica? A tal proposito è importante specificare che entrambe le soluzioni offrono dei pro e dei contro da considerare prima dell'acquisto.
In linea di massima una racchetta più rigida offre un migliore controllo della palla e una maggiore potenza nei colpi, anche se risulta però meno maneggevole.

Al contrario una racchetta elastica è molto più semplice da maneggiare ma, proprio in virtù della sua flessibilità, ammortizza maggiormente il colpo, perdendo quindi energia e garantendo una minore potenza.

Dimensione dell'ovale

L'ovale è in sostanza la "testa" della racchetta, ovvero la parte che impatta fisicamente la pallina. Questa può avere dimensioni differenti in base al modello della racchetta e al peso della stessa. In genere un ovale più grande permette di avere una superficie di impatto maggiore.

Questo agevola sicuramente il gioco, ma può determinare un peso più importante della racchetta rispetto a modelli più piccoli.

In ogni caso le dimensioni massime per una racchetta da squash sono di 525cm quadri per quanto riguarda la superficie dell'ovale, 68,6cm per la lunghezza complessiva dell'accessorio e 21,5cm per la larghezza.

Marche

La marca della racchetta da squash che si andrà a scegliere ne può determinare la qualità e l'affidabilità. Per fortuna esistono dei marchi affermati in questo settore che da anni realizzano accessori per lo sport di ottima fattura.

Le migliori marche di racchette da squash sono senza dubbio Wilson, Dunlop, Oliver e Prince.

Prezzo

Quanto costa una racchetta da squash? Il prezzo è sicuramente il punto che più di tutti preoccupa chi si avvicina per la prima volta allo squash. In realtà in commercio esistono racchette da squash con prezzi differenti, adatte sia a principianti che a chi cerca qualcosa di più sofisticato.

In media una buona racchetta per iniziare ha un costo intorno ai €50. Si tratta di racchette leggere, realizzate con buoni materiali, e che permettono di imparare divertendosi.
I modelli più professionali, realizzati quindi con materiali ad alte prestazioni, hanno in genere un costo compreso tra i €130 e i €150, fino a modelli che possono sfiorare anche i €400.