Il difensore argentino del Valencia Ezequiel Garay è il primo calciatore della Liga che ha contratto il Coronavirus. Il club spagnolo martedì scorso ha affrontato negli ottavi di finale di Champions League l'Atalanta, Garay era infortunato e non è sceso in campo. Il giocatore su Instagram ha dato la notizia scrivendo:

È chiaro che il mio 2020 è iniziato male. Sono risultato positivo al Coronavirus, mi sento molto bene e ora non mi resta che prestare attenzione alle autorità sanitarie: al momento devo restare isolato.

Garay è il primo calciatore positivo della Liga

In Serie A, purtroppo, sono già tantissimi i calciatori che hanno contratto il Coronavirus: otto tesserati della Sampdoria, tre della Fiorentina e lo juventino Rugani, che è stato il primo in ordine cronologico. In Premier sono stati contagiati l'allenatore Arteta dell'Arsenal e i calciatori Hudson-Odoi e Boruc. Casi riscontrati anche in Bundeliga, uno nel massimo campionato e tre nella seconda divisione. E ora nell'elenco si aggiunge anche la Liga spagnola con Garay, ex difensore della nazionale argentina con un passato con Real Madrid, Zenit e Benfica.

In quarantena il Valencia: sono positivi 5 tesserati

Poco dopo il club ha chiarito con un comunicato ufficiale che sono stati rilevati cinque casi positivi al COVID-19 tra giocatori e tecnici della prima squadra. Tutti sono nelle loro case in buona salute e in isolamento. Naturalmente ora finirà in quarantena tutto il Valencia, squadra con cui giocano anche due calciatori italiani: i difensori Piccini e Florenzi, che in Spagna è volato nel finire del mercato di gennaio. Anche loro dovranno ovviamente riguardarsi nei prossimi quattordici giorni. E dovranno tenere alta la guardia anche i calciatori e lo staff tecnico dell'Atalanta, che pochi giorni fa ha giocato e vinto (per 4-3, con poker di Ilicic) al Mestalla, nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League.