8 Maggio 2016
13:51

Atletica: Alex Schwazer torna, vince e prenota il volo per Rio de Janeiro

Nel mondiale a squadre di marcia, che si è corso nella Capitale, trionfo dell’italiano che ha conquistato la vittoria dopo una gara perfetta. Rientrato dopo la squalifica per la positività all’epo, l’altoatesino ha cosi dimostrato di essere pronto per le prossime Olimpiadi.
A cura di Alberto Pucci

Un ritorno migliore, probabilmente, non poteva aspettarselo neanche lui. Il destino, però, gli ha riservato una grande sorpresa e lo ha riportato su tutte le prime pagine dei giornali. E' stato un pomeriggio da incorniciare per Alex Schwazer che, dopo la squalifica per la positività all'Epo, arrivata alla vigilia dei Giochi di Londra, e le polemiche per un suo possibile coinvolgimento per le prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro, ha saputo ritrovare la gamba e l'entusiasmo di un tempo e conquistare la vittoria nel mondiale di marcia che si è corso nella Capitale. Grazie ad una gara perfetta, condotta in testa già dal 15esimo chilometro, l'altoatesino ha tagliato il traguardo delle Terme di Caracalla in 3h39'00, lasciandosi alle spalle l'australiano Jared Tallent (3h42'36) e l'ucraino Igor Glavan (3h44'02). Una giornata straordinaria per i colori azzurri, grazie anche all'oro a squadre conquistato grazie al quarto posto di Marco De Luca e al quinto di Teodorico Caporaso.

La soddisfazione di Schwazer

Una vittoria importante per Alex Schwazer che, davanti agli occhi del Presidente del Coni Giovanni Malagò, ha trovato il successo decisivo per la sua carriera e che gli consentirà di volare a Rio De Janeiro e gareggiare con i colori italiani dopo la triste parentesi del doping: "Non è mai facile tornare alle gare dopo 4 anni ed è stato bellissimo vincere qui a Roma , davanti ad un tifo incredibile – ha spiegato ai cronisti de "Il Tempo" il marciatore azzurro – Ringrazio i compagni che mi sono stati vicini. Sono tornato da una cosa brutta, però in Italia sono uno dei pochi che ha chiesto scusa. Il doping? Me la sono voluta, ma ormai non posso tornare indietro. Ora voglio ripartire con nuovi obiettivi e nuovi traguardi". Il più importante sarà quello della prossima Olimpiade brasiliana che, con tutta probabilità, vivrà da vicino grazie al suo confortante rientro alle gare.

Djokovic vince per la 10ª volta gli Australian Open: battuto Tsitsipas in finale, e torna numero 1
Djokovic vince per la 10ª volta gli Australian Open: battuto Tsitsipas in finale, e torna numero 1
Djokovic vince per la 10ª volta gli Australian Open: battuto Tsitsipas in finale, e torna numero 1
Djokovic vince per la 10ª volta gli Australian Open: battuto Tsitsipas in finale, e torna numero 1
1 di Videonews
Il terrore delle donne afgane, non possono più fare sport: costrette a nascondersi dai talebani
Il terrore delle donne afgane, non possono più fare sport: costrette a nascondersi dai talebani
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni