544 CONDIVISIONI
Morte Michela Murgia

I figli di Michela Murgia: la famiglia queer e il matrimonio in articulo mortis con Lorenzo Terenzi

Michela Murgia, scomparsa a 51 anni il 10 agosto 2023, lascia una ricchissima eredità, anche sociale. Proprio di recente aveva cominciato a presentare la sua “famiglia queer”, formata dalle persone più importanti della sua vita insieme alle quali aveva deciso di vivere our non condividendo alcun legame biologico.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Stefania Rocco
544 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Morte Michela Murgia

Nata a Cabras, in Sardegna, il 3 giugno 1972, Michela Murgia è stata tra le più note autrici italiane. Era diventata nota grazie soprattutto al romanzo “Accabadora”, vincitore dei premi Dessì, Mondello e Campiello. Il suo romanzo d’esordio, “Il mondo deve sapere”, aveva invece ispirato il film di Paolo Virzì “Tutta la vita davanti”. È scomparsa giovedì 10 agosto, a qualche mese dal momento in cui aveva pubblicamente raccontato di essere affetta da un cancro renale al quarto stadio. Lascia una enorme eredità, anche sociale. Proprio di recente, la scrittrice aveva deciso di aprire una finestra social sulla sua famiglia queer, formata da persone insieme alle quali aveva deciso di vivere pur non condividendo con alcuna di esse un legame biologico.

Il matrimonio con l'ex marito Manuel Persico

Il primo matrimonio di Michela, con Manuel Persico, informatico originario di Bergamo, durò 4 anni, dal 2010 al 2014. Si conosce poco della loro relazione, salvo per il fatto che Persico è più giovane di Michela di 12 anni.

Il matrimonio con Lorenzo Terenzi in articulo mortis

A luglio 2023 aveva sposato “in articulo mortis” Lorenzo Terenzi, attore, regista, musicista e scrittore. Si erano incontrati nel 2017 quando avevano collaborato alla rappresentazione teatrale “Quasi grazia”: Murgia nel ruolo di protagonista, Lorenzo in quello di assistente alla regia. Il matrimonio civile celebrato il 15 luglio, “controvoglia”, aveva spiegato l’autrice, e solo allo scopo di garantirsi reciproci diritti:

Qualche giorno fa io e Lorenzo ci siamo sposat3 civilmente. Lo abbiamo fatto “in articulo mortis” perché ogni giorno c’è una complicazione fisica diversa, entro ed esco dall’ospedale e ormai non diamo più niente per scontato. Lo abbiamo fatto controvoglia: se avessimo avuto un altro modo per garantirci i diritti a vicenda non saremmo mai ricorsi a uno strumento così patriarcale e limitato, che ci costringe a ridurre alla rappresentazione della coppia un’esperienza molto più ricca e forte, dove il numero 2 è il contrario di quello che siamo. Niente auguri, quindi, perché il rito che avremmo voluto ancora non esiste. Ma esisterà e vogliamo contribuire a farlo nascere.

Michela Murgia con Lorenzo Terenzi
Michela Murgia con Lorenzo Terenzi

Chi sono i figli di Michela Murgia: Raphael Luis, Francesco Leone, Michele Anghileri e Alessandro Giammei

Fiera della sua famiglia queer, formata da persone che avevano scelto di prendersi cura l’una dell’altra essendo legate esclusivamente da vincoli di amore, non aveva figli biologici ma “figli dell’anima”. Si tratta di Raphael Luis, il cantante lirico Francesco Leone, l’attivista Michele Anghileri e Alessandro Giammei, professore di Letteratura italiana a Yale. Entrati nella vita di Murgia in momenti diversivi sono sostenuti durante tutto il periodo della malattia di Murgia. “Un’utopia che funziona da 20 anni”, aveva dichiarato la scrittrice a proposito della sua famiglia queer. Famiglia che l’autrice aveva riunito a Roma, all’interno della casa acquistata pochi mesi prima della morte. Quando, in un’intervista rilasciata al Corriere, le era stato chiesto di definire il concetto di famiglia queer, aveva spiegato: “Non sono sola. Ho 10 persone, la mia famiglia queer. Un nucleo familiare atipico, in cui le relazioni contano più dei ruoli. Parole come compagno, figlio, fratello non bastano a spiegarla. Non ho mai creduto nella coppia, l’ho sempre considerata una relazione insufficiente. Lasciai un uomo dopo che mi disse che sognava di invecchiare con me in Svizzera in una villa sul lago. Una prospettiva tremenda”.

Il figlio Raphael, Michela Murgia: “Io e Claudia siamo le sue madri”

Michela Murgia con il figlio Raphael
Michela Murgia con il figlio Raphael

Di recente, Michela aveva aperto una finestra social sulla sua famiglia, raccontando anche il legame con il figlio Raphael, oggi 21enne. “Nella nostra famiglia queer, io e Claudia siamo l'unica coppia omogenitoriale, perché da dodici anni condividiamo un figlio, Raphael”, aveva raccontato condividendo sul suo profilo Instagram una foto scattata con Claudia e Raphael, “È la prima volta che mi riferisco a noi due come ‘coppia omogenitoriale’: famiglia ci bastava. Come è successo che siamo diventate madri insieme? Lo ha fatto succedere Raphael a nove anni, prendendomi la mano nella stessa sera in cui l'ho visto per la prima volta e dicendo: non voglio che te ne vai mai più. Nei successivi dodici anni io ho divorziato, lei si è sposata, abbiamo vissuto tante cose insieme, ma una cosa non è mai cambiata: siamo rimaste le madri di Raphael”. Raphael è il figlio più giovane di Michela che non ha mai nascosto di non nutrire particolare passione nei confronti dei bambini:

I bambini rompono i coglioni. Tutti i bambini. Non è vero quel che dicono, che i figli sono maleducati per colpa dei genitori; prima o poi un bambino anche educatissimo piangerà, si lamenterà, disturberà, sconvolgerà il vagone del treno su cui viaggio, prenderà a calci il sedile su cui sono seduta in aereo… Non amo i bambini, ma sono predisposta ad accompagnare gli adolescenti. I miei quattro figli sono figli d’anima. Il più grande ha 35 anni, il più piccolo venti. Tutti maschi, ma è un caso. Uno fa il cantante lirico, uno studia economia anche se speravamo facesse lettere, uno insegna a Yale, l’altro lavora in un grande gruppo della moda.

544 CONDIVISIONI
24 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views