video suggerito
video suggerito

Giorgia: “Dopo Sanremo voglio misurarmi con un palco diverso. Ma a X Factor sarò sola senza Amadeus”

Giorgia farà il suo esordio alla conduzione di X Factor. La cantante dice la sua sulla squadra dei giudici e parla della dell’emozione per la nuova sfida dopo l’esperienza a Sanremo al fianco di Amadeus.
A cura di Eleonora Di Nonno
302 CONDIVISIONI
Immagine

Dopo la sfida come co-conduttrice a Sanremo 2024, per Giorgia c'è all'orizzonte una nuova avventura: l'esordio alla conduzione della nuova stagione di X Factor. A poche ore dall'ufficializzazione del suo nuovo ruolo, l'artista non nasconde l'emozione. Intervistata da Sky TG24 parla della squadra del talent (la giuria è composta da Achille Lauro, Jake La Furia, Paola Iezzi e Manuel Agnelli) e di cosa si aspetta da questa esperienza. Il 6 giugno sono previste le registrazioni delle prime Auditions a Milano.

"Con me a Sanremo c'era Amadeus, a X Factor sarò sola"

Giorgia confessa che le piace misurasi con nuove sfide e imparare cose nuove. Sulla conduzione del talent in onda su Sky e Now, ammette: "Il gruppo di X Factor è molto affiatato e già mi hanno accolto con grande entusiasmo, quindi sono desiderosa di fare bene". Un desiderio che è sbocciato al Teatro Ariston: "Sanremo è stata un'esperienza bellissima che mi è piaciuta molto, ed è lì che è scattata un po' di voglia di misurarmi con il palco in maniera diversa: certo, lì avevo un partner solido eccezionale come Amadeus, qui sono sola". La cosa, però, non sembra preoccuparla, convinta che "la parte importante" del programma siano i giudici: "Cercherò di affiancarli al meglio, e anche i ragazzi, che sono curiosa ed entusiasta di poter accompagnare alla scoperta del loro fattore x".

Immagine

Giorgia sulla squadra dei giurati: "Non ci manca niente"

Achille Lauro, Jake La Furia, Paola Iezzi e Manuel Agnelli, sono loro gli artisti che compongono la squadra dei giuranti della diciottesima edizione di X Factor. "A livello musicale ce n'è per tutti i gusti, loro quattro rappresentano momenti musicali diversi e meravigliosi, ognuno nel suo con delle carriere importanti, qualcuna più recente ma già molto ricca come ad esempio Achille – osserva la cantante – Passiamo dal rock al rap al pop, con delle punte anche di punk: mi sento di dire che non ci manca niente". A proposito della nuova sfida, aggiunge: "Si parla di musica e quindi questo in gran parte mi mette a mio agio e mi permette di fare un po' da padrona di casa, però credo di non poter fare a meno di sorrisi, di una risata, una battuta". Quello che le preme di più è mostrarsi empatica: "Mi affiderò molto alla spontaneità, l'essere vicina alle persone, ai ragazzi che si esibiranno: per questo mi aiuteranno molto i giudici, i ragazzi stessi e anche il pubblico perché al di là della tv lì, in teatro, c'è un pubblico dal vivo che è un grande aiuto per poter essere più veri possibile".

302 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views