1 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2023

Chi sono i Coma Cose: i componenti del duo in gara a Sanremo 2023

I Coma Cose sono un duo milanese del panorama indie-pop/rap composto da Fausto Zanardelli e Francesca Mesiano. Si tratta di una delle band più note nell’ambiente indipendente italiano, e in questi ultimi anni hanno costruito una base molto solida di fan. Alle spalle hanno un album “Hype Aura” e diversi singoli di successo come “Post Concerto”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Francesco Raiola
1 CONDIVISIONI
Coma_Cose (ph Mattia Guolo)
Coma_Cose (ph Mattia Guolo)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2023

I Coma_Cose, duo musicale italiano indie-pop/rap composto da Fausto Zanardelli (aka Fausto Lama) e da Francesca Mesiano (aka California), partecipano a Sanremo 2023 con la canzone L'addioI due stanno insieme e fanno coppia anche nella vita reale, oggi sono una delle band più note nell'ambiente indie-pop italiano. Si uniscono a Milano nel 2017, nel 2021 hanno partecipato alla 71esima edizione del Festival di Sanremo con il brano "Fiamme negli occhi".

In molti si chiedono quale sia il significato del nome d'arte scelto da Fausto e Francesca per il loro duo. I due cantanti hanno spiegato di aver cercato una parola che rappresentasse uno stato mentale, quindi, "coma". Per quanto riguarda, invece, "cose" la scelta è stata casuale, semplicemente le due parole insieme suonavano bene.

Chi è Fausto Zanardelli, in arte Fausto Lama dei Coma_Cose

Fausto Lama, il cui vero nome è Fausto Zanardelli è nato a Gavardo il 21 novembre 1978. Cantante, autore e polistrumentista italiano è metà della coppia Coma_Cose, anche se in passato aveva già tentato la strada della musica con un altro progetto, Edipo, che avevano pubblicato tre album e un Ep e con cui Zanardelli aveva anche partecipato a Festival come il Goa Boa e aperto i concerti di Caparezza. Nel 2010 pubblica "Hanno ragione i topi", mentre nel 2012 è la volta di "Bacio battaglia", mentre dall'incontro con Dargen D'Amico nascono l'Ep "Parchetti" del 2014 e l'album "Preistorie di tutti i giorni". Nonostante ciò, Lama non riesce a trovare la strada voluta come Edipo e così, senza soldi e senza più tanta voglia, per un po' decide di lasciare la musica fino all'incontro con Francesca Mesiano avvenuto in un negozio di Porta Ticinese che gli ridà la voglia di provarci e di dar vita ai Coma_Cose.

Chi è Francesca Mesiano, in arte California dei Coma_Cose

California, vero nome di Francesca Mesiano è una cantautrice, che con Fausto Lama ha fondato i Coma_Cose. Nata a Pordenone, si trasferisce a Milano per studiare scenografia e, come spiega in un'intervista a MarieClaire: "Mi ha sempre appassionato la manualità e l’aspetto artigianale, tanto che negli scorsi anni ho lavorato come scenografa, falegname, ho realizzato mobili per negozi e stand espositivi all’interno di varie fiere. Ho anche lavorato in un laboratorio di confezioni dove disegnavo e realizzavo zaini e borse". Ex Dj, ritorna prepotentemente nel mondo della musica quando incontra Lama nel negozio in cui lavorava. Sceglie il nome California perché, spiega al Corriere "volevo un nome geografico, in ballo c’erano anche Alabama e Anversa".

I Coma_Cose da Hype Aura a Sanremo 2023

I Coma_Cose debuttano nel 2019 con il loro primo album intitolato HYPE AURA. I due sono conosciuti anche per la loro enorme attenzione ai testi, alla capacità di giocare con le parole, usare tantissimi calembour e giochi di parole varie. Il titolo dell'album infatti letto in maniera scorrevole fa emergere un nascosto "hai paura". Ancora, ciò che li rende interessanti è il rapporto con il cantautorato italiano, di cui sono amanti e che citano spesso nei loro testi. Tra le menzioni nei brani compare spesso De Gregori, ma non solo. Sono amati per un omaggio esplicito a Lucio Battisti e alla sua "Anima Latina" che è diventata "Anima lattina", in cui declinavano nelle loro sonorità il loro enorme amore per il cantautorato classico. Nel 2021 sbarcano a Sanremo per la prima volta con Fiamme negli occhi, il brano con cui si sono classificati ventunesimi. Hanno ricevuto però un grande riscontro positivo tra il pubblico e la critica. Oggi partecipano alla 73sima edizione del festival con la canzone L'addio di cui sono loro stessi gli autori.

Riguardo l'inedito, hanno scritto su Facebook di aver attraversato una crisi. "Dopo tanti anni insieme – si legge nel post sul profilo del duo – ci siamo chiesti come stesse evolvendo la nostra storia. Gli alti e i bassi capitano a tutti, ogni volta però abbiamo scelto di cercarci e così ci siamo ritrovati più forti di prima. ‘L’ADDIO' nasce da qui, dalla scelta di non arrendersi mai di fronte a tutte le difficoltà che si presentano lungo il percorso".

1 CONDIVISIONI
713 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views