Eileen Remedios, un’infermiera 55enne di Brighton in East Sussex, ci era rimasta molto male quando si era accorta che qualcuno le aveva rubato la sua vecchia bicicletta. La donna aveva lasciato la bici fuori dalla casa di una paziente e quando era uscita non l’aveva più trovata. Presa dallo sconforto la signora Remedios ha pensato di scrivere un bigliettino in cui ne chiedeva la restituzione e di attaccarlo in strada. “Per favore restituitemi la mia bici. E’ vecchia, ma amata e sarà spaventata senza il suo proprietario” aveva scritto la donna senza però credere che il ladro avrebbe esaudito il suo desiderio. Il giorno successivo, invece, quando l’infermiera è ritornata dalla sua paziente ha avuto una piacevole sorpresa la bici era ricomparsa.

Restituita con un biglietto di scuse – La bicicletta era incatenata al lampione e ancora più sorprendentemente vicino c’era una busta con le chiavi e un biglietto di scuse. “Un grande e grosso … Scusa! Dal ladro pentito. (Non l’ho maltrattata)” sono state le parole del ladro che ha restituito la bici. Eileen Remedios si è detta felice di aver riavuto la sua vecchia bicicletta perché anche “se non ha valore mi è stata regalata da un vecchio amico”. La donna dice che con questo gesto il ladro le ha fatto ritornare la fiducia nell’umanità. L’infermiera ha anche riscritto al ladro per ringraziarlo. “ Grazie per avermi restituito la mia bici. Ha la sua età, ma è felice di essere di nuovo con me” è stato il suo messaggio al ladro.