L'otto dicembre, giorno in cui si festeggia l'Immacolata, è quello che tradizionalmente coincide con l'inizio delle festività natalizie. Non ha meravigliato, dunque, nonostante la pandemia di Coronavirus, che il Comune di Roma abbia voluto installare Spelacchio anche quest'anno in piazza Venezia e che abbia deciso di accendere l'ormai tradizionale albero di Natale proprio oggi, 8 dicembre. E allora, intorno alle 18, Spelacchio si è illuminato, facendo scintillare di riflesso anche tutta la piazza e l'Altare della Patria alle sue spalle.

Peccato però che centinaia di romani si siano assiepati sui marciapiedi antistanti piazza Venezia e il Vittoriano per assistere all'evento e per scattare fotografie all'albero di Natale illuminato, in barba alle norme anti-contagio che impongono il distanziamento e non consentono assembramenti; soltanto la pioggia, arrivata poco dopo l'accensione di Spelacchio, ci ha pensato a disperdere gran parte della folla.

Il ritorno di Spelacchio in piazza Venezia era stato annunciato la scorsa settimana dalla sindaca Virginia Raggi: "Anche quest’anno torna il nostro Spelacchio, l’albero di Natale di Roma ormai famoso in tutto il mondo. In questo momento difficile per tutti i cittadini vogliamo che queste luci mantengano accesa la speranza di un Natale sereno ma soprattutto diano la forza a tutti noi per resistere e superare insieme la sfida dell’emergenza sanitaria" aveva detto la prima cittadina. Il tradizionale albero di Natale, ormai soprannominato dai romani quasi affettuosamente Spelacchio, è un abete naturale di tipo Abies Nordmanniana, è alto circa 23 metri di altezza, con un diametro della chioma alla base di 12 metri.