131 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Madonna di Trevignano, news su Gisella Cardia

Madonna di Trevignano, le chat su donazioni e profezie tra Gisella e Scozzaro, il frate arrestato per maltrattamenti

Nell’informativa della Polizia di Stato alla Procura sull’ipotesi di maltrattamenti per cui padre Scozzaro è ai domiciliari insieme ad un adepto, ci sono chat con Gisella Cardia, la veggente di Trevignano Romano. Il frate le corregge i messaggi per i fedeli e parlano di donazioni.
A cura di Alessia Rabbai
131 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Maria Giuseppa Scarpulla, meglio nota come Gisella Cardia, la presunta veggente di Trevignano Romano, che dice di vedere la Madonna, la quale le affiderebbe messaggi per i fedeli, avrebbe avuto uno stretto legame e interagito a lungo con l'ex frate Giulio Maria Scozzaro, attualmente dimesso dall'ordine dei francescani dell'Immacolata di Collesano in provincia di Palermo. Gestiva Casa Mariana, arrestato per presunti maltrattamenti, da febbraio scorso è ai domiciliari. A provare il loro stretto rapporto ci sono pagine e pagine di trascrizioni delle chat intercorse tra i due che Fanpage.it ha letto, nelle quali si parla anche di donazioni dei fedeli. Proprio a padre Scozzaro Gisella Cardia inviava i "messaggi ricevuti dalla Madonna" per farseli correggere, prima di condividerli con i seguaci.

Padre Scozzaro arrestato per maltrattamenti

Il legame tra padre Scozzaro e Gisella Cardia è evidenziato nell'informativa della Polizia di Stato inoltrata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, a conclusione dell'attività investigativa svolta nei confronti appunto di Giambattista Scozzaro, ossia padre Giulio Maria, e di un suo adepto, Carlo Mazzola, verso i quali l'ipotesi di reato è di maltrattamenti nel confronti dell'ex moglie di quest'ultimo e dei suoi figli. Specifichiamo per completezza d'informazione che Scarpulla non è indagata in merito ai fatti di Collesano e che ne è completamente estranea.

Nell'informativa della Polizia di Stato c'è scritto: "Le profezie mistico-religiose di Scozzaro avevano anche una precisa fonte: i messaggi della Vergine Maria affidati a Gisella Cardia. […] L’attività di analisi del telefono di Scozzaro ha consentito di
trovare precisi riscontri del particolare rapporto che lega l’ex frate alla veggente: i
due condividevano pensieri sull’arrivo di imminenti guerre, di carestie, di una
fine del mondo che non sarebbe tardata ad arrivare, perché questo era il contenuto
dei messaggi che la Madonna affidava alla veggente, oltre la condivisione di un
giudizio negativo espresso sull’attuale Pontefice, Papa Bergoglio".

Le chat tra padre Scozzaro e Gisella Cardia

Per citare qualche esempio delle conversazioni tra i due, Gisella Cardia ha inviato a padre Scozzaro il 18 ottobre 2022 il "messaggio della Madonna". E lui si è offerto di correggerlo prima di divulgarlo ai fedeli. Nella chat si legge "Si deve correggere" scrive il frate, e Gisella risponde "Infatti, vuole pensarci Lei?". "Tra poco mi libero e poi te lo invio”.

Il 10 novembre 2022 Gisella ha inviato di nuovo un messaggio a Scozzaro, il quale si lamentava con la veggente ritenendo, che fosse stato già corretto da altri: "Sei stata aiutata a scrivere questo messaggio. Forse pensavi che ero troppo impegnato?".

Il 17 novembre 2022 Scozzaro incalzava in chat Gisella in merito ad una donazione che avrebbe dovuto ricevere e quest’ultima gli ha risposto che non poteva insistere, perché la persona diceva di aver già speso tanti soldi per acquistare una casa. "Se ci penserà – scrive Scozzaro a Gisella – vuol dire che non ha fiducia in te".

E ancora, il 30 novembre 2022 Scozzaro aiutava Gisella a scrivere un messaggio in modo da rispondere alle domande dei giornalisti, che hanno seguito con attenzione il caso di Trevignano Romano, alle quali ha fatto seguito il verdetto della commissione diocesana di Civita Castellana e del vescovo Marco Salvi, che si è espresso con la formula "Constat de non supernaturalitate".

Padre Scozzaro "guida spirituale" di Gisella Cardia

Padre Scozzaro ha partecipato all'incontro di preghiera del 16 ottobre 2022, quando la presunta veggente, a suo dire, avrebbe visto la Madonna e Padre Pio. Scozzaro è stato accostato alla figura di Gisella Cardia, che lo ha definito "uno dei sacerdoti che mi guida spritualmente" e "colui che ha gli occhi di Gesù". Lui però ha preso le distanze dai fatti di Trevignano Romano, chiarendo di "non saperne nulla, né di avere alcun accordo con quel gruppo" e di non essere il padre spirituale della veggente. Ha specificato come la casa di preghiera del sacerdote e l'associazione dei coniugi Cardia fossero due realtà ben distinte, assicurando sull'autenticità dei messaggi mariani diffusi da Gisella Cardia, ma non sulla sua persona né sulla vita privata".

131 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views