175 CONDIVISIONI
Emergenza immigrazione
8 Novembre 2021
10:40

Ocean Viking ferma davanti a Lampedusa con oltre 300 migranti a bordo, sbarchi in Puglia e Calabria

Il giorno dopo l’autorizzazione a sbarcare a Trapani concessa alla Sea Eye 4, la nave Ocean Viking è ancora ferma davanti a Lampedusa con più di trecento migranti a bordo in attesa di un porto sicuro. Intanto continuano gli sbarchi tra Puglia e Calabria provenienti dal Mediterraneo orientale, quasi duecento arrivi solo ieri.
A cura di Tommaso Coluzzi
175 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza immigrazione

Non si ferma la nuova ondata di migranti che in queste ore continuano ad arrivare in Italia. Da un lato la rotta che via mare che parte dalla Turchia e che vede principalmente coinvolti cittadini afghani, iraniani e iracheni, dall'altro il Mediterraneo centrale, con le partenze dalla Libia. In tutto ciò le Ong continuano a salvare vite in mare e a cercare di attraccare in un porto sicuro, mentre accusano i Paesi europei di fare troppo poco. Ieri, dopo giorni e giorni di attesa, la nave Sea Eye 4 ha potuto attraccare a Trapani e cominciare le operazioni di sbarco per più di ottocento migranti salvati nel Mediterraneo. Tra loro quasi duecento sono minori.

Nel frattempo, per una nave che attracca ce n'è un'altra che aspetta. La Ocean Viking di Sos Mediterranee è ferma da giorni davanti all'isola di Lampedusa, in attesa di ricevere un porto sicuro in cui poter fare sbarcare i 306 migranti rimasti a bordo della nave. Ieri un minore è stato evacuato d'urgenza con una motovedetta della Guardia Costiera per ragioni di salute, le sue condizioni sono peggiorate durante la notte. Si parla di ustioni e altre patologie. Tutto ampiamente previsto, secondo i medici a bordo della nave, dato il peggioramento delle condizioni meteo marine. Per ora, però, ancora nessuna possibilità di approdo per la Ocean Viking è stata concessa dallo Stato italiano.

Nel frattempo continuano gli sbarchi di chi riesce ad arrivare direttamente sulle coste italiane senza avere necessità di soccorso. È successo in Salento, dove sono arrivati due gruppi di migranti: uno di 68 persone e l'altro di 16. Il primo è approdato vicino Santa Maria di Leuca, un motoveliero intercettato dalle motovedette della Guardia di Finanza, con a bordo soprattutto iracheni e iraniani. Erano in viaggio da quattro giorni, senza mangiare. A bordo anche almeno tredici minori e otto donne, di cui una incinta. Poi sono arrivati i sedici su un'altra barca, intercettata e trainata nel porto di Otranto. Intanto continuano gli sbarchi anche a Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria, dove ieri sono arrivati su una marca a vela circa cento migranti, prevalentemente iracheni, iraniani e siriani. Molti sono minorenni.

175 CONDIVISIONI
290 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni