10.094 CONDIVISIONI
Elezioni politiche del 2022 in Italia
5 Agosto 2022
18:21

Meloni dice che potrebbe diventare la prima premier donna alla guida dell’Italia: “Onore e fardello”

La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni potrebbe diventare la prima presidente del Consiglio donna della storia italiana: “Guidare una grande nazione come l’Italia è un grande onore ma porta con sé un fardello”.
A cura di Annalisa Cangemi
10.094 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 2022 in Italia

La presidente di Fdi Giorgia Meloni è la favorita nella corsa per le prossime elezioni politiche. Ed è perfettamente consapevole che se i sondaggi venissero confermati alle urne questo significherebbe che spetterebbe a lei, secondo le regole che il centrodestra si è dato dopo un percorso non semplice, indicare il nuovo inquilino di Palazzo Chigi. Che a questo punto è molto probabile sia la stessa Giorgia Meloni, come lei stessa ha detto in un'intervista rilasciata alla tv americana Fox News: "Sì, i sondaggi dicono che Fdi potrebbe vincere le prossime elezioni con la coalizione di centrodestra" nell'ambito del quale è stabilito che "il partito che nella coalizione vince può esprimere il premier. Io sono il leader di quel partito e quindi in base ai sondaggi – ma vedremo quando gli italiani avranno votato – potrei diventare la prima donna alla guida del governo italiano nella nostra storia e ciò per me sarebbe assolutamente un grande onore, così come lo è il fatto di essere la prima donna a guidare un partito politico europeo, quello del Conservatori europei".

"Guidare una grande nazione come l'Italia – ha aggiunto – è un grande onore ma porta con sé un fardello: l'Italia sta fronteggiando una situazione non facile e tutti lo sanno, guerra in Europa, inflazione, problemi con il gas, di forniture di elettricità. Potremo avere una stagione difficile e la nostra campagna è ‘dire agli italiani la verità' e non promettere nulla che non possiamo mantenere".

"Fdi è stato il partito che pur essendo all'opposizione, ha aiutato il governo Draghi a fare tutto ciò che l'Italia doveva fare per assistere l'Ucraina – ha aggiunto, a proposito del posizionamento della sua coalizione in politica estera – L'invasione dell'Ucraina è la punta dell'iceberg di un conflitto che ha come obiettivo la revisione dell'ordine mondiale. Se l'Ucraina cade e l'Occidente si ridimensiona, il vincitore reale sarà non solo la Russia di Putin ma la Cina di Xi… E in occidente saranno gli europei a pagarne le peggiori conseguenze. Per questo noi siamo sicuri di dove deve stare l'Italia per difendere il proprio interesse nazionale".

10.094 CONDIVISIONI
158 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni