59 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Commisione Ue non sospende aiuti umanitari ai palestinesi “finché ci sono condizioni di sicurezza”

La Commissione europea non sospende gli aiuti umanitari alla popolazione palestinese, ma fonti dell’esecutivo Ue hanno confermato a Fanpage.it che è in corso una “valutazione” per verificare che i fondi finanziari non vadano a sostegno delle organizzazioni terroristiche come Hamas.
A cura di Annalisa Cangemi
59 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Dopo l'attacco ad Hamas da parte di Israele gli aiuti umanitari alla popolazione palestinese non saranno sospesi. L'Unione europea ha smentito le voci che erano circolate ieri, e le dichiarazioni del commissario ungherese Oliver Várhelyi, sulla sospensione del sostegno.

"Dobbiamo smentire alcune false informazioni" sugli aiuti europei ai palestinesi, ha detto questa mattina l'Alto rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell. "Per esempio è stato detto che la Germania ha cancellato l'assistenza ai palestinesi, il ministro degli Esteri tedesco ha chiaramente smentito questo. E nella risoluzione" del vertice tra l'Ue e il Consiglio di Cooperazione dei Paesi del Golfo "abbiamo sottolineato l'importanza di continuare a fornire gli aiuti umanitari necessari" ai Territori occupati. "Non ci sarà alcuna sospensione dei pagamenti da parte della Commissione alle autorità palestinesi. Voglio chiarirlo", ha sottolineato Borrell.

La Commissione europea ha sottolineato che occorre distinguere la linea degli aiuti umanitari dagli aiuti finanziari, che vanno all'Autorità palestinese e all'UNRWA (L'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente). Sui primi non è in programma un'interruzione, mentre sui secondi è in corso una "valutazione", per controllare che questi fondi non vadano ad Hamas. Un passaggio che dovrebbe avvenire in tempi rapidi, per poi ragionare insieme agli Stati membri di eventuali azioni di modifica. Fonti della Commissione europea hanno spiegato a Fanpage.it che gli aiuti umanitari proseguiranno "fino a quando le condizioni di sicurezza lo consentiranno," mentre la valutazione sui fondi finanziari sarà completata "il prima possibile".

Come si potrà verificare concretamente che i fondi non vadano ad Hamas? "Noi abbiamo già una serie di controlli in vigore, ovviamente le organizzazioni terroristiche sono escluse. Però vista la situazione straordinaria di questi ultimi giorni vogliamo fare ulteriori verifiche, per poi valutare eventualmente degli aggiustamenti. Ma parlare di aggiustamenti in questa fase sarebbe anche prematuro, il primo step è effettuare questa valutazione. La valutazione comunque non riguarda gli aiuti umanitari, intesi come acqua, cibo e medicine – hanno precisato fonti della Commissione a Fanpage.it – Non c'erano pagamenti previsti nell'immediato futuro, di conseguenza non c'è una sospensione dei pagamenti".

Il portavoce capo della Commissione europea, Eric Mamer, nel briefing quotidiano con la stampa questa mattina ha chiarito che "C'è una chiara distinzione tra aiuti umanitari e altre forme di sostegno". Nel comunicato che è stato diffuso ieri, in data 9 ottobre, si precisa appunto che la Commissione ha avviato una "review", una "valutazione urgente dell'assistenza dell'Ue alla Palestina", per "garantire che nessun finanziamento dell’Ue consenta indirettamente a un’organizzazione terroristica di effettuare attacchi contro Israele". In pratica, come ha detto oggi il ministro degli Esteri Tajani durante l'informativa in Aula, si vuole "verificare che gli aiuti siano affettivamente utilizzati per scopi umanitari e non per altri scopi".

L'esecutivo Ue valuterà anche se, alla luce delle mutate circostanze sul campo i suoi programmi di sostegno alla popolazione palestinese e all’Autorità palestinese "debbano essere adeguati". Nel frattempo, si precisa sempre nel comunicato "poiché non erano previsti pagamenti, non vi sarà alcuna sospensione dei pagamenti".

59 CONDIVISIONI
895 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views